Musulmana: “Natale ci offende, chi festeggia è islamofobo”

Condividi!

Questa donna musulmana che vive in Occidente, vestita in modo ‘sobrio’, spiegava che “il Natale è offensivo per i musulmani, e chi lo festeggia è islamofobo”. A riportarlo l’anno scorso su Twitter l’utente Amy Mek. “Il Natale è offensivo per noi musulmani e chiunque lo celebri è islamofobo”, dice. Una donna americana vestita con il suo burqa della Sharia contesta l’Occidente perché è basato interamente sul cristianesimo. A tutti i miei amici cristiani, auguri di buon Natale!”.

Condividi!

8 thoughts on “Musulmana: “Natale ci offende, chi festeggia è islamofobo”

  1. Dai, questi non sono musulmani, questi sono terroristi dell’Isis. Ricordo benissimo Arafat che andava alla messa di Betlemme. Non meritano neppure l’articolo, ma un proiettile in testa, come festeggiamento del Natale.

  2. oggi è stata celebrata la messa del Santo Natale dove hanno partecipato tutte le religioni e il paese della celebrazione è anche Musulmano, in tutte le religioni la base dei loro scritti è la libertà fisica ma anche di pensiero e queste persone che parlano in questo modo devono andare a dare via il c,,o anche se nessuno lo vorrà……..

  3. Shut up please. Here is what islam teaches us

    Auguri a tutti i nostri fratelli
    e sorelle cristiani
    Ogni vigilia di Natale o dell’ultimo dell’anno, sorgono degli sciami di oscurantisti pronti a dichiararci miscredenti perche abbiamo augurato buon natale o buon fine anno ai nostri fratelli e sorelle in Adamo, siano essi ebrei cristiani o atei. Siamo tutti figli appartenenti alla grande famiglia umana e percio siamo di fatto dei fratelli e delle sorelle. Le agressioni verbali di questi oscurantisti e le loro accuse di miscredenza sono della stessa famiglia di quelli di Daesh o Al Qaeda. Se fossimo stati vicini a loro al momento di fare gli auguri ai non musulmani, la nostra vita stessa sarebbe in pericolo perche secondo loro, essendo stati occusati di miscredenza la nostra condamna a morte diventa lecita come insegnato dai molti predicatori del salafismo wahabita.
    Una domanda semplice a questi predicatori dell’odio diventa urgente e legittima. Essi seminano l’oscurantismo dentro la nostra communità e sono la causa principale dell’islamofobia galopante presso i popoli occidentali: Avete mai letto il corano ? Avete verificato se il corano insegna l’odio che predicate verso i non musulmani o tutto cio sono invenzioni dei vostri sciuyukh (insegnanti) della fitna et dell’odio ?
    Ma prima di incominciare a elencare tutti i versetti che ci incoraggiano ad avere una convivenza fraterna e serena con i non musulmani, vogliamo prima definire cos’é il “kofr” o la miscredenza in Islam? Essere “Kafir” di una cosa significa conoscerla prima di tutto e nasconderla o negarla. Percio come possiamo taciare i non musulmani di Kafir sapendo per certo che non conoscono dell’islam se non cio che vedono e leggono sui “musulmani” oscurantisti, sui loro attentati, le loro barbarie, , il loro maltrattamentto delle donne, e il loro odio verso il diverso nonche il loro considerare il Paradiso la loro esclusività?
    Vediamo allora cosa ci insegna il corano come atteggiamento verso i non musulmani. Il primo versetto che possiamo citare é questo che troviamo nella Sura Al Mumtahana (l’esaminata) 60:<>.
    Percio che colpa ha il mio suocero italiano che mi ha ricevuto a casa sua e mi ha considerato e ha rispettato il mio culto e la mia cultura e mi ha dato un affetto come se fossi suo figlio ? Lo stesso possiamo dire per la suocera, il fratello o la sorella della nostra moglie non musulmana, il vicino di casa con il quale abbiamo un buon rapporto di vicinanza, l’impiegato di banca che ci rispetta e che incontriamo magari quotidianamente, il cassiere o la cassiera del supermercato che incrociamo diverse volte al mese, i maestri e le maestre dei nostri figli e figlie, ecc….ecc. Insomma tutti quelli con i quali non abbiamo alcun problema che ci costringe a odiarli.
    Dobbiamo percio e secondo il libro di Dio il corano, essere buoni con loro e quale bontà sarebbe quella di non augurarli un buon natale o un buon fine anno ? E quale giustizia sarebbe quella di ignorargli e rifiutare di fargli gli auguri per le loro feste ?
    Tuttavia, la questione più dibattuta è se poter partecipare o meno alle festività di fine anno, da Capodanno a Natale possiamo essere categorici qui: il Natale è una festa di famiglia, conviviale, una festa che unisce. Non è quindi vietato ai musulmani partecipare su invito della loro famiglia o amici. Perché il Natale è soprattutto “rendere felici le persone, l’opportunità di stare insieme e condividere, e chi lo vieterebbe?” “. L’importante, sottolineiamolo , è condividere i valori umani senza allontanarsi dalla specificità della propria fede. In breve, condividiamo un momento familiare e amichevole se siamo invitati ad esso, preservando la nostra fede e l’identità musulmana. E “se c’è qualcosa che è contro la nostra fede, dobbiamo solo allontanarcisi.
    Ma perché tanta paura di festeggiare il Natale? I musulmani temono di partecipare a una festa religiosa. Ma “Il capodanno è più festoso che rituale”, ricordiamo che “chi pratica il rito va alla messa di mezzanotte. “Sedersi attorno a un tavolo per condividere un buon pasto è più una celebrazione che una preghiera. Possiamo quindi partecipare ai pasti di fine anno per il semplice motivo che la famiglia e il fare del bene sono incoraggiati, purché non siamo nel campo della pratica del culto.
    Eccovi un elenco di versetti che ci incitano alla bontà, all’equita, alla giustizia verso il prossimo sia egli musulmano o non musulmano. Da nessuna parte il corano ci incita a odiare gli altri solo perche non sono musulmani. Gli unisci contro i quali Allah ci autorizza l’odio e l’uso della forza sono coloro che ci aggrediscono militarmente. Verso tutti gli altri anche coloro che nutrono odio verso di noi senza pero aggredirci, ecco come Allah ci istruisce di essere giusti e equi con loro:
    Corano Fussilat 41:<>.
    Corano Al Maida 5:<>.
    Corano Al Nahl 16:<>.
    Corano Al Baqara 2:<>.
    Allah ci ha proibito addirittura di rispettare anche gli idoli degli idolatri e di non insultargli o recargli danni. Da dove viene allora tutto l’odio e l’inimicizia che l’oscurantismo salafita wahabita ci ha trasmesso ? Certamente non potranno mai trovare una giustificazione di ciò nel corano.
    Allah ci esorta a non mancare di rispetto agli idoli che gli associatori invocano: Corano AL An’am 6:<>.
    Come Allah ci esorta a ospitargli a casa nostra per famigliarizzargli con le nostre tradizione senza imporgliele per poi rimandargli in pace e sicurezza nelle loro dimore. Corano Attawba 9:<>.
    Quale religione è questa nostra religione, piena di giustizia, di equità fra i popoli, di fratellanza umana, ma che l’oscurantismo wahabita ha reso barbara, ingiusta, odiosa e criminale negli occhi dei non musulmani ?
    Noi abbiamo una responsabilità enorme oggi per aggiornare la tradizione islamica rimettendola consone con il contenuto del corano e i suoi insegnamenti. Impegnamoci allora per tale fine.
    Nell’occasione, auguriamo buone feste di natale e dell’ultime dell’anno ai nostri fratelli e sorelle cristiani. Preghiamo Allah affinche rafforzi fra di noi la fratellanza e fortifichi fra noi una solidarietà cittadina e un rispetto reciproco sincero e umano. Amen!!!

  4. Quel che dice quella donna non è assurdo. Noi a Natale festeggiamo Dio fatto uomo che nasce, ora per i musulmani dire che Gesù è Dio fatto uomo è una bestemmia, quindi, festeggiare il Natale è, per loro, festeggiare una bestemmia, quindi è logico che li offenda. Quella donna musulmana, non ha fatto altro che tirare le logiche conclusioni di quel che credono. Questo dimostra quanto cristianesimo e islamismo siano incompatibili ed ogni dialogo vero sia impossibile.

  5. Allora egregia individua…..per evitare che tu ti offenda lascia la nostra amata terra e tornate da dove cacchio siete venuti…..
    Siete voi che con quelle schifose vesti fate paura ai nostri figli…..
    Qui siete a casa nostra e se volete rimanere dovete rispettare le nostre regole, la nostra amata cultura e sopratutto dovete cominciare ad essere educati con chi vi dà accoglienza!
    Noi amiamo in nostro AMATISSIMO DIO, CREDIAMO IN LUI E QUINDI FACCIAMO I PRESEPI, ADORIAMO IL NATALE E COSTRUIMIAMO GRANDI CHIESE PER AMARE IL SOLO DIO MISERICORDIOSO.
    TU TORNA A CASA TUA E PREGA CHI VUOI TU MA LONTANO DA NOI!!!

  6. Torna da dove sei venuta tu e quelli come te…..tranquilli che se sparite noi non ci difendiamo!!

Rispondi a Angelo Annulla risposta

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: