Morto per malore batterista Foo Fighters: band USA che non fa entrare ai concerti i no vax

Condividi su:

STATI UNITI – Il mondo della musica è sconvolto per la morte improvvisa di Taylor Hawkins, il batterista dei Foo Fighters. Ad annunciarne la scomparsa a soli 50 anni è stata la rock band USA sui profili social. “Siamo devastati, il suo spirito musicale e la sua risata contagiosa vivranno con tutti noi per sempre”. Hawkins era noto per il suo carisma sul palco e i suoi ritmi ispirati al rock classico; si era unito ai Foo Fighters, gruppo fondato nel 1994 dall’ex batterista dei Nirvana, Dave Grohl, pochi anni dopo, nel ’97; all’epoca suonava per Alanis Morissette.

Ancora sconosciute le cause della morte ma il gruppo doveva suonare in un festival a Bogotà. Una fonte dell’ufficio del procuratore della Colombia ha detto all’Afp che il corpo di Hawkins è stato trovato in un hotel nella parte orientale della città. E tanti fan, sconvolti, si sono radunati davanti all’Hotel Four Seasons, dove sarebbe avvenuto il decesso. “Per me è semplicemente devastante sapere che oggi avrei avuto l’opportunità di rivederli e non li posso vedere” dice Sebastian, “è una notizia che mi distrugge”. “Sono in uno stato di shock – commenta Ricardo – sono un batterista, sono un musicista e i miei riferimenti principali erano i Foo Fighters e Taylor Hawkings alla batteria“. Così Tiscali.

Condividi su:

8 thoughts on “Morto per malore batterista Foo Fighters: band USA che non fa entrare ai concerti i no vax

  1. Ormai non c’è più piacere, i non vaccinati non devono nemmeno protestare, né parlare, basta stare fermi sulla riva e vedere il cadavere scivolare piano piano nelle acque del fiume, stanno facendo tutto da loro.

  2. Questo non faceva entrare ai suoi “concerti” i cosiddetti novax PER NON INFETTARLI.
    Bisogna capirle certe finezze, e che c***o!

  3. ahhhha! Infatti lui non vedeva l’ora di fare la quarta dose….Ahhhhha! Scadentissimo batterista…per carità! La droga di solito per poco tempo di “bomba” scusate..il termine….Chi ha avuto la fortuna come me, di sentire dal vivo Chet Baker sentivi un suonare un angelo anche se sotto la droga… modestia a parte ..lavoro nella musica classica…I metallari degli anni 80/90 erano eccellenti musicisti…anche se non era il mio genere…ma musicisti con la M maiuscola….

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.