Morto dopo il vaccino a 42 anni, Procura non fa sconti: si indaga per omicidio colposo

Condividi!

Si indaga per omicidio colposo, al momento a carico di ignoti, per il decesso di Emanuele Pieggi, l’operaio Fincantieri di 42 anni stroncato da un aneurisma la settimana scorsa. Era stata la stessa procura a fermare sabato i funerali per procedere con gli accertamenti. Il fascicolo è stato assegnato al sostituto procuratore Daniela Pischetola, del pool Sanità. Pileggi, che lo scorso inverno aveva contratto il virus del Covid-19, il 30 agosto scorso era stato sottoposto alla prima dose di vaccino anti covid Moderna.

Dieci giorni dopo aveva avuto mal di testa ed era stato visitato al pronto soccorso di Lavagna dove, dopo una tac, lo avevano trasferito al San Martino per un intervento chirurgico alla testa. I medici hanno escluso una correlazione con il vaccino affermando che l’aneurisma non rientra tra i possibili effetti collaterali. Era stato il sostituto procuratore Giovanni Arena a chiedere la sospensione delle esequie acquisendo poi da Asl 4 e Policlinico San Martino le cartelle cliniche e il certificato vaccinale di Pileggi. Nelle prossime ore verrà disposta l’autopsia. ANSA

Condividi!

2 thoughts on “Morto dopo il vaccino a 42 anni, Procura non fa sconti: si indaga per omicidio colposo

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: