Milano, imponente corteo boccia Green Pass e Governo Draghi: “Basta discriminazione di Stato”

Condividi su:

“In Italia le proteste non si placano. Impressionante marea umana a Milano contro l’obbligo del passaporto sanitario. Città completamente bloccata. “Corteo non autorizzato!” dicono i giornalai. “Il popolo non ha bisogno di autorizzazioni per manifestare il proprio malcontento” rispondiamo noi”. Il primo video è stato postato da Radio Genova sul profilo Twitter.

Condividi su:

7 thoughts on “Milano, imponente corteo boccia Green Pass e Governo Draghi: “Basta discriminazione di Stato”

  1. LA CORTE D’APPELLO DEGLI STATI UNITI CONGELA LA REGOLA DEL VACCINO DI BIDEN IN AMBITO AZIENDALE

    Il castello di carte sta cadendo …se pensano che il popolo sia composto tutto da burattini, hanno fatto male i conti.

    “US Appeals Court Freezes Biden’s Vaccine Rule for Companies”

    “La Corte d’Appello Federale degli Stati Uniti ha emesso una sospensione sabato, congelando gli sforzi dell’amministrazione Biden per richiedere ai lavoratori delle aziende statunitensi (con almeno 100 dipendenti) di essere vaccinati contro COVID-19 o testati settimanalmente, citando “gravi problemi statutari e costituzionali” con questa regola”.

    https://www.voanews.com/a/us-appeals-court-freezes-biden-s-vaccine-rule-for-companies/6302830.html

  2. @Anonimo Ecco, questa è davvero un’ottima notizia! Piuttosto, qualcuno sa di più a proposito delle voci sull’arresto del CEO di Pfizer Albert Bourla? A dare per primo la notizia era stato un sito canadese https://www.conservativebeaver.com/2021/11/05/ceo-of-pfizer-arrested-charged-with-fraud-media-blackout/
    dicendo che il giudice avrebbe imposto il silenzio mediatico negli USA, ma altri siti hanno smentito, dandola come fake-news. Però di sicuro il “pfizergate” è venuto fuori, nonostante la fretta dei giornali di regime a mettere le mani avanti e a dire che l’efficacia del vaccino non è in discussione.

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.