Milano, 29enne massacrata da africano in negozio: fratture multiple e volto tumefatto

Condividi su:

MILANO — Ha ancora il volto tumefatto ma si sta riprendendo dall’aggressione Francesca Mattiucci, la 29enne responsabile di un negozio di Corso Buenos Aires che sabato 21 maggio è stata presa a calci in faccia da un migrante che aveva cercato di rubare alcune magliette. È stata lei stessa a pubblicare le foto dei segni della violenza su Instagram. Lo ha riportato Milano Today.

Tutto era accaduto intorno alle 10:40 di sabato 21 maggio quando il ladro, un cittadino gambiano di 34 anni, è entrato nel negozio e ha cercato di staccare la placchetta antitaccheggio da alcune magliette che aveva prelevato dagli scaffali. Resosi conto di essere alle strette il 34enne ha reagito picchiando la responsabile del negozio che ha cercato di fermarlo. L’uomo era poi stato rincorso e fermato dal compagno della 29enne (che si trovava nelle vicinanze del negozio) e successivamente era stato arrestato dagli agenti della questura con l’accusa di rapina.

Condividi su:

3 thoughts on “Milano, 29enne massacrata da africano in negozio: fratture multiple e volto tumefatto

  1. Il bello è che a Milano i negozianti e gli albergatori preferiscono mettere davanti agli ingressi i negracci per fare intimorire noi italiani dal rubare, un bianco non lo fanno lavorare più, gli deve finire così a tutti questi imprenditori.

  2. E beh ma gli stranieri vengono quì in Italia con una preoccupazione: quella di pagarci la pensione, giusto?????????????????

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.