Migranti Open Arms: Salvini rinviato a giudizio da toghe rosse

Condividi!

Open Arms, Matteo Salvini rinviato a giudizio. Questa la decisione del gup di Palermo Lorenzo Jannelli dopo l’udienza preliminare nell’aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo sul caso che vede imputato il leader della Lega ed ex ministro dell’Interno per sequestro di persona e rifiuto di atti di ufficio. Il giudice ha accolto la richiesta della Procura di Palermo. La prima udienza sarà il 15 settembre davanti alla seconda sezione penale del Tribunale di Palermo. Lo ha riportato quest’oggi Rai News.

Salvini: “Vado a processo a testa alta”. “La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino. Articolo 52 della Costituzione. Vado a processo per questo, per aver difeso il mio Paese? Ci vado a testa alta, anche a nome vostro. Prima l’Italia. Sempre“. Così il leader della Lega Matteo Salvini, in un messaggio sui propri profili social, dopo essere stato rinviato a giudizio nell’ambito del processo su Open Arms.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.