Migranti, Meloni: “Da domani no espulsione per chi si dichiara gay”

Condividi!

“In Commissione Affari Costituzionali alla Camera è stato approvato un emendamento del Pd per modificare i decreti sicurezza e impedire, di fatto, l’espulsione e il respingimento di un immigrato verso uno Stato nel quale si può essere oggetto di persecuzione per motivi di ‘orientamento sessuale e identità di genere’. In altre parole: da domani sarà sufficiente che qualsiasi persona che entri in Italia dichiari di essere omosessuale (circostanza non verificabile), di temere per la sua incolumità e l’Italia non potrà rimpatriarlo”. Lo scrive Giorgia Meloni su Facebook.

“Sapete quante persone può riguardare questa norma? Banalmente, tutte. Questo significa abolire ogni limite all’ingresso indiscriminato e mi chiedo perché la sinistra, invece di continuare a nascondersi, non dichiari apertamente il suo obiettivo presentando un emendamento più chiaro: ‘I confini italiani sono aboliti’. FdI continuerà a battersi in Parlamento e nelle piazze contro la furia immigrazionista e ideologica della sinistra”, assicura Meloni.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.