Migrante distrugge auto in sosta nella Milano del sindaco Sala (Pd)

Condividi su:

Nella centralissima via Festa del Perdono della Milano del sindaco Beppe Sala (Pd), uno sfasciacarrozze d’importazione distrugge un’auto in sosta“. Lo ha fatto sapere oggi Francesca Totolo sul suo profilo Twitter.

Condividi su:

7 thoughts on “Migrante distrugge auto in sosta nella Milano del sindaco Sala (Pd)

  1. Tutto quello che succede in Italia da sempre è colpa degli italiani, punto.

    Se non altro gli immigrati hanno le palle per fare quello che italioti cresciuti a calcio, spaghetti e raccomandazioni non sapranno mai fare.
    Poi si lamentano della sostituzione etnica in corso. Beh, lo diceva pure quella frode di Darwin: sopravvive il più forte, non le caccole.

    1. Quando sei lontano da casa, senza soldi né nulla da perdere è più facile fare dei danni. Gli “italioti” come li chiami tu in America negli anni 20 e oltre, nella stessa situazione, hanno avuto le palle di fare ben di peggio…se di palle si può parlare. Il tuo ragionamento è banale e infarcito di luoghi comuni.

  2. Questa cose possono accadere solo nei paesi culturalmente sottosviluppati. Qui si usano elicotteri per inseguire podisti, si toglie il lavoro a chi non si sottopone a cure sperimentali e si giustifica l’emarginazione del negro. Negro come dice il vocabolario, di razza negroide, senza nessun intento razzista. Il colore della pelle e le sue azioni lo contraddistinguono per ora, tra 50 anni quando si vedrà un bianco, di razza caucasica solo come un cane, emarginato, senza lavoro e mezzi, spaccare auto di persone di colore, allore le folle di colore sempre a Milano diranno: “torna a casa tua baluba”, con l’accento di Balotelli”. Peccato non essere in Texas, gli sparavo in testa a lui e a chi si metteva in mezzo, e lo sceriffo mi dava pure ragione. Gli italiani passano senza voltarsi, non dico intervenire, ma voltarsi: Italia sei finita, sul serio.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.