Mercantile dirottato in Italia, Patronaggio grazia i clandestini: “Solo un evidente disappunto”

Condividi!

La procura guidata da Patronaggio dà sfoggio a tutta la propria fantasia: “Dai primi accertamenti compiuti dalla squadra mobile di Agrigento non emergono insurrezioni a bordo della Vos Triton, né violenze o minacce dei naufraghi nei confronti dell’equipaggio della nave per indurli a trasportarli in Italia”. Lo sottolineano fonti della Procura della Repubblica in merito all’approdo a Porto Empedocle della nave (bandiera di Gibilterra) con 77 migranti e un cadavere a bordo.

“Emergerebbe soltanto – sottolineano fonti della Procura – un evidente disappunto dei naufraghi quando avevano appreso la notizia del loro ritorno in Libia”. L’ufficio diretto dal procuratore Luigi Patronaggio e dal suo vice Salvatore Vella sta ricostruendo i fatti che hanno portato allo sbarco sulle coste agrigentine, in seguito all’assegnazione del “porto sicuro” da parte delle autorità italiane. “I poliziotti, sempre su delega dei pm, stanno ricostruendo i fatti attraverso anche i documenti “ottenendo piena collaborazione – fa sapere ancora la Procura – da parte dell’equipaggio”. Lo riporta Agrigento Notizie.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.