Medico rivela: “Il 92% dei contagiati in Italia è vaccinato con doppia e tripla dose” (VIDEO)

Condividi su:


Lockdown per i non vaccinati per ridurre i contagi? Il dottor Giovanni Bergamini, titolare della farmacia Calandra di Viareggio, mostra che il 92% dei positivi sono persone con doppia o tripla dose di vaccino”. Lo ha scritto su Twitter oggi la reporter Francesca Totolo.

Condividi su:

15 thoughts on “Medico rivela: “Il 92% dei contagiati in Italia è vaccinato con doppia e tripla dose” (VIDEO)

  1. Speriamo che questo video serva a far “risvegliare” dal sonno profondo chi vuole farsi la terza dose di “vaccino” … e che soprattutto si diano una regolata i genitori che vogliono far “vaccinare” i propri figli.

  2. La risposta di solito è : ” per fortuna che ero vaccinata … ” ( 5 vaccinati in una famiglia , tutti positivi …)

  3. Vorrei vedere quanti tamponi fatti a non vaccinati e quanti a vaccinati…un video così non dice nulla non è scentifico

    1. Ma i vaccinati non sono immunizzati? Quindi non dovrebbero prendersi la malattia e risultare positivi sono solo untori legalizzati.

      1. Cose ovvie che non diranno mai in tivù. Troppa corruzione c’è dove girano purtroppo troppi soldi.

  4. PAGINA 10

    ANCHE I SOPRAVVISSUTI ALL’OLOCAUSTO HANNO SCRITTO A EMA PER DIRE DI FERMARE LE INIEZIONI

    “This alarming data leads world experts, like the Nobel Prize Winner in Medicine, Dr. Luc Montagnier, to issue a grave warning that we are currently facing the greatest risk of worldwide genocide, in the history of humanity.12 Even the inventor of the mRNA technology, Dr. Robert Malone, warns against these injections that are using his technology. The situation is so severe that former Pfizer vice president and chief scientist Dr. Mike Yeadon came forward to warn humanity for these extremely dangerous injections. One of his best known videos is titled ‘A Final Warning’.15 Another world renown
    scientist, Geert Vanden Bossche, former Head of Vaccine Development Office in Germany, and Chief Scientific Officer at Univac, also risks his name and career, by bravely speaking out against administration of the covid shots. The vaccine developer warns that the injections can compromise the immunity of the vaccinated, making them vulnerable for every new variant.

    World War II holocaust survivors wrote to the European Medicines Agency demanding the injections to be stopped, which they consider to be a new holocaust. ”

    https://www.stopworldcontrol.com/downloads/en/vaccines/vaccinereport.pdf

    1. T R A D U Z I O N E

      “Questi dati allarmanti portano esperti mondiali, come il Premio Nobel per la Medicina, il dottor LUC MONTAGNIER, a lanciare un grave monito: stiamo attualmente affrontando il più grande rischio di genocidio mondiale, mai compiuto nella storia dell’umanità. Anche l’inventore della tecnologia dell’mRNA, il dottor ROBERT MALONE, mette in guardia contro queste iniezioni che utilizzano la sua stessa tecnologia.

      La situazione è così grave che l’ex vicepresidente e capo scienziato della Pfizer, il dottor MIKE YEADON, si è fatto avanti per mettere in guardia l’umanità da queste iniezioni estremamente pericolose. Uno dei suoi video più noti si intitola “A Final Warning”.

      Un altro scienziato di fama mondiale GEERT VANDEN BOSSCHE, ex capo dell’ufficio per lo sviluppo dei vaccini in Germania e direttore scientifico di Univac, rischia il proprio nome e la propria carriera, parlando coraggiosamente contro la somministrazione delle “punturine” Covid. Lo sviluppatore del vaccino avverte che le iniezioni possono compromettere l’immunità dei vaccinati, rendendoli vulnerabili per ogni nuova variante.

      I SOPRAVVISSUTI ALL’OLOCAUSTO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE hanno scritto all’Agenzia europea per i medicinali chiedendo l’interruzione delle iniezioni, che considerano UN NUOVO OLOCAUSTO….”

      https://www.stopworldcontrol.com/downloads/en/vaccines/vaccinereport.pdf

  5. Quindi nella migliore delle ipotesi (e sottolineo nella migliore) il vaccino non funziona ed ha effetti collaterali superiori a qualsiasi altro vaccino. Direi che questo è ormai fattuale…e ripeto, nella migliore delle ipotesi.

  6. @Alberto

    ” Let us ask ourselves WHY traditional vaccines with attenuated SARS-CoV-2 have NOT been prepared. And why did they target the spike and not the M and N proteases, which are not toxic and do not mutate (and thus we would not have had the variants of the vaccine)? Other authors are asking the same thing.[102]

    Instead, with THESE SERUMS that PRODUCE TRILLIONS OF SPIKES, we have obtained DANGEROUS AND DEADLY EFFECTS and continuous variations that extend the pandemic.

    I remind you of them. In addition to the well-known high risk of ADE[103] and of auto-immunity,[104] the spike can behave like a prion,[105] therefore it is neurotoxic,[106] it is cardiotoxic [107] and above all it is harmful to the endothelium, provoking endothelitis with hypercoagulation and thromboembolism.[108]…

    https://www.churchmilitant.com/news/article/doctor-rips-vax-peddlers-anti-vigano-rant

    1. TRADUZIONE (chi ha scritto il testo che qui traduco è il Dottor Massimo Citro Della Riva).

      “Domandiamoci PERCHÉ NON sono stati preparati vaccini tradizionali con SARS-CoV-2 attenuato. E perché hanno preso di mira la spike e non le proteasi M e N, che non sono tossiche e che non mutano (in modo che, quindi, non avremmo avuto le varianti del vaccino)? Altri autori domandano la stessa cosa.[102]

      Invece, con QUESTI SIERI che PRODUCONO TRILIARDI DI SPIKE, abbiamo ottenuto EFFETTI PERICOLOSI E MORTALI e continue variazioni che prolungano la pandemia.

      Te li rammento qui. Oltre al noto alto rischio di ADE[103] e di autoimmunità,[104] la spike può comportarsi come un prione,[105] quindi è neurotossico,[106] è cardiotossico[107] e oltre tutto è dannoso per l’endotelio, provocando endoteliti con ipercoagulazione e tromboembolia.[108]…

      https://www.churchmilitant.com/news/article/doctor-rips-vax-peddlers-anti-vigano-rant

Rispondi a Anonimo Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.