Malore mentre fa il bagno: morto un 38enne in provincia di Cagliari

Condividi su:

CAGLIARI — La tragedia davanti allo stabilimento Ottagono: il bagnino lo ha portato a riva, ma per Alberto Matta non c’è stato nulla da fare. Tragedia questa mattina al Poetto, davanti allo stabilimento Ottagono. Un uomo di 38 anni, Alberto Matta di Ussana, è morto mentre era in acqua a una cinquantina di metri dalla riva. Così La Nuova Sardegna.

Stava remando su un gommoncino e si è fermato sulla boetta dell’Ottagono. Si è sentito male e ha tentato di raggiungere a nuoto la riva. Notato dalla postazione del salvamento, è stato soccorso e trascinato a riva ma nonostante le manovre di rianimazione non si è salvato.

Condividi su:

4 thoughts on “Malore mentre fa il bagno: morto un 38enne in provincia di Cagliari

  1. Come fai a salvarti se le vene sono chiuse? Ricordo che queste morti, di fatto avvengono in quanto nelle arterie e nelle vene vengono ad esserci dei coaguli che ostruiscono il passaggio del sangue. Negli Usa, la cosa è nota.

  2. Anni fa andai al mare tante volte, con il freddo e anche con il caldo. Eppure non ebbi mai un malore improvviso. Questo ragazzo era anche un po’ sovrappeso e magari fumava. Chissà se se era andato a farsi inoculare… Sarebbe interessante fare delle ricerche e degli studi, magari anche capire come era messo riguardo a sangue… Io sono curiosa e vorrei scoprire un po’ di più… Tuttavia non so se questo anno andrò al mare… Sono troppo giù di morale ragazzi… Non sto più andando da nessuna parte. Dicono che chi è più sedentario rischia infarti, ecc, allora io dovrei già essere morta da tempo. Quante se ne inventano pur di scagionare i cacchini… Comunque su feisbuk i fessacchiotti ovviamente stanno insultando i cosiddetti novax e stanno anche scrivendo che i vaccini non c’entrano nulla. D’altronde loro sono dei medici, eh. Anzi, sono dentro al vaccino e sanno come poi uno potrà reagire… C’è proprio tanta, tantissima, troppa omertà. Quelli svegli sono pochi, i dormienti purtroppo sono moltissimi… Cioè, almeno dicessero qualcosa i parenti o chi lo conosceva ma niente. Anche da me una ragazza di 22 anni è morta e l’ho dovuto leggere dalla sua migliore amica che ha commentato soltanto perché uno ha chiamato ironicamente novax l’amica morta. Credo facendo riferimento al fatto che i giornalai parlano soltanto di novax che muoiono. Ma sarebbe impossibile… Dove vivo io ci sono stati zero morti covid, quindi secondo me andare a farsi iniettare i vaccini covid è inutile e rischioso. Ho letto che in Italia più del 90% della popolazione è vaccinato, eppure i contagi aumentano, al governo non basta? Spero che siano riusciti finalmente a raggiungere quel che si erano prefissati. VORREI che potessimo tornare al più presto alla normalità. Certo, non riuscirei a dimenticare mai nulla di quello che hanno fatto e inoltre hanno ulteriormente rovinato la Sardegna, ecc. Ma dover sopportare una famiglia malata e instabile è già troppo per me… Ps: detesto i giornalai sardi. Quello che hai citato tu era felicissimo che avessero vaccinato bambini e ragazzini senza curarsi minimamente di possibili effetti collaterali… È una cosa che mi dà troppo fastidio… Cito testuali parole: “In Sardegna ci sono fasce di età, soprattutto la categoria dei 30enni che è meno vaccinata rispetto alle fasce di età più giovani. Fortunatamente i bambini e i giovani sono i più vaccinati contro il covid”. Cioè, ne erano pure felici… Boh. Ma poi la privacy dov’è? Perché DEVONO andare a ravanare tra chi si è fatto iniettare dosi di vaccino covid e chi invece non ne ha sentito né l’utilità né tantomeno l’impellente bisogno? A loro non dovrebbe fregare un ca***, no, un’emerita mazza, giusto? Perché c’è tutta questa morbosità? Tu sei protetto, no? Perché rompi agli altri? Io ho il mio sistema immunitario che mi protegge come è sempre stato e non mi accollerò eventuali rischi… Non sono normali. Ma sono pagati. E sfortunatamente i covidioti sono ancora tanti. Soprattutto quelli che negano malori improvvisi, arresti cardiaci, ecc. Noi siamo un’esigua minoranza in fondo. Gli indeFESSI covidioti: “No ma è normale che un medicinale possa anche avere degli effetti collaterali, compresa la morte”. E poi: “No, i vaccini non c’entrano nulla. Le persone sono sempre morte. È normale”. Bah. Che tristezza… Prima ammettono e poi negano tutto… Cioè, fate pace con il cervello… Lo dico per voi, cari pandementi dei miei stivali.

Rispondi a Principessa Esmeralda Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.