Malore fatale, morto a 45 anni Pierpaolo Reggio: vaccinato e volontario della Croce Rossa

Condividi su:

CASARSA DELLA DELIZIA — È morto all’ospedale di Latisana, dove era stato trasportato dopo il malore che lo aveva colpito mentre si trovava a Lignano, nella giornata di martedì 2 agosto, Pierpaolo Reggio, 45 anni, volontario della Croce Rossa, anche se della zona portogruarese. Si occupava di formazione. Lo scrive il Messaggero Veneto.

Persona schietta, generosa, estroversa, sempre sorridente, Pierpaolo aveva un’impresa dal nome Comed ed era un formatore qualificato. Era conosciuto e apprezzato per l’estrema professionalità e competenza proprio in qualità di formatore della Croce Rossa. La notizia ha profondamente scosso tutti quanti a Casarsa, il lutto è improvviso e inaspettato. Perse il padre anni fa, lascia la mamma Piercarla.

Condividi su:

12 thoughts on “Malore fatale, morto a 45 anni Pierpaolo Reggio: vaccinato e volontario della Croce Rossa

  1. Vaccinazione a tappeto! L’Europa prepara la campagna d’autunno e ordina un fiume di vaccini. La cifra scandalo All’Unione Europea non bastavano le 4,2 miliardi di dosi già accumulate, ne ha comprate altre 250 milioni di un vaccino prodotto dalla spagnola Hipra, costruito già obsoleto in partenza perché basato su varianti ormai soppiantate e che si spera funzioni con Omicron. Presa da una quantomeno sospetta frenesia di spese pazze, Bruxelles ha accantonato quasi 10 dosi a persona. Neonati inclusi. https://www.ilparagone.it/attualita/vaccinazione-a-tappeto-leuropa-prepara-la-campagna-dautunno-e-ordina-un-fiume-di-vaccini-la-cifra-scandalo/

    1. Eh qui non è difficile prevedere memorabile flop del tipo NOVAVAX. E in effetti caso strano solo 250 milioni, praticamente una caccola rispetto alle 4,2 miliardi acquistate un anno e mezzo fa di quelli vecchi e in scadenza, gli ultimi, tra questo mese e il prossimo✌️

  2. Io, tutti questi CRIMINALI che nonostante le CONCRETE evidenze continuano tuttavia a infierire sul completare il ciclo delle tre dosi d’iniezioni letali, e ora anche insistono con la QUARTA DOSE, che secondo un giro VIZIOSO di parole, assurdo e PARADOSSALE, sarebbe il SECONDO BOOSTER DOPO IL PRIMO, li farei prendere CON LA FORZA, li farei sistemare ADEGUATAMENTE legati su un lettino come in molte occasioni lor signori hanno fatto con i non sierati, per potergli INIETTARE non la solita ACQUA DISTILLATA O ALMENO UN PLACEBO, ma una INTERA fiala del LIQUAME che utilizzano come “vaccino”, e non soltanto una frazione di essa che poi è ripetuta nel tempo come “richiamo”, ma tutta insieme, così si eviterebbe anche la tortura degli ASSURDI richiami.
    E poi, si resta in attesa degli effetti!
    PRATICO, SEMPLICE ED ECONOMICO!
    O NO???????

  3. un “volontario” che se si faceva i cazzi suoi era meglio per tutti, cmq almeno in questo caso tutto è bene quel che finisce bene….voleva rogne e le ha trovate

  4. Un tempo gli infarti colpivano così raramente i giovani, ora invece non è più così… Che TRISTEZZA… Poverino. Non capisco i giovani che in Sardegna si sono fatti vaccinare con questi vaccini sperimentali ed oltretutto con più dosi, rischiano molto di più di morire a causa di qualche effetto avverso, incidenti stradali, overdose, ecc, non certo di covid-19…

  5. IO SPERO CHE QUESTA GENTE CREPI! UNA TROIA INCAPACE CHE PER RUBARE SOLDI VA NEL PD MERITA SOLO DI CREPARE ASSIEME AI SUOI COMPARI! GENTE DI MERDA!

  6. SI SVEGLIERANNO ADESSO I MAGISTRATI ?

    ——–> “Sono almeno una quarantina le pec che con oggetto “CHIARIMENTI VACCINAZIONE IN FARMACIA FVG” sono state spedite non solo agli ordini delle professioni sanitarie quali medici , farmacisti , infermieri, aziende sanitarie, direttori delle farmacie ospedaliere del FVG ma anche ai Nas e alle procure. Cosa può aver spinto i farmacisti a spedire una pec addirittura a carabinieri e magistrati?”

    https://mariannamaior.com/vaccinazioni-sulla-scrivania-del-pm-a-pordenone-arrivano-le-prime-notizie-di-reato/

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.