Malore al volante, docente 51enne muore dopo vaccino AstraZeneca

Condividi!

GROSSETO – Martedì della scorsa settimana Gianluca Picchi, insegnante di diritto ed economia politica dell’istituto di istruzione superiore Fossombroni di Grosseto, era in transito all’incrocio tra via Pietro Aldi e via Caravaggio. Con la Panda era finito addosso alla rotatoria. Testimoni avevano riferito di averlo visto scendere dall’auto, barcollare, accasciarsi a terra. Uno degli agenti della polizia municipale intervenuti per i rilievi, laureato in scienze infermieristiche, aveva prestato i primi soccorsi: venti minuti di massaggio cardiaco, nel disperato tentativo di salvare la vita a Picchi mentre stava arrivando il 118. Non c’era stato purtroppo nulla da fare.

«Diteci di cosa è morto il nostro Gianluca». I familiari di Gianluca Picchi il commercialista e insegnante morto il 9 marzo scorso a 51 anni, mentre era alla guida della sua Panda in città, si sono rivolti alla magistratura con un esposto. Nel quale hanno anche segnalato che l’uomo era stato vaccinato poche settimane prima, intorno alla metà di febbraio. Se ci sia un nesso tra l’iniezione e il decesso dovrà accertarlo l’autopsia. Ai familiari di Picchi interessa sapere, se mai sarà possibile, se c’è una relazione tra il malore accusato quella mattina alla guida e la somministrazione di AstraZeneca. O comunque quale sia stata la ragione della morte. Lo riporta il Tirreno.

Condividi!

2 thoughts on “Malore al volante, docente 51enne muore dopo vaccino AstraZeneca

  1. Sarà sempre il motivo… nn c’è relazione tra il vaccino e la morte… solo un idiota lo può credere.

  2. E infatti… NN ci crede più nessuno!!! NN funzionano più neanche.. I lavaggi di cervello di tv, radio, giornali…

Rispondi a Orazio Annulla risposta

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: