Maggioranza regioni boccia ‘Decreto Boldrini’: “È via libera a invasione”

Condividi!

La Commissione speciale immigrazione della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, che si è tenuta oggi in videoconferenza, ha espresso parere negativo a maggioranza sul decreto legge 130 del 21 ottobre 2020 “Disposizioni urgenti in materia di immigrazione, protezione internazionale e complementare”. “È prevalsa la posizione del Friuli Venezia Giulia, allineata a quella di Lombardia, Veneto, Liguria, Marche e Basilicata rispetto ad un provvedimento normativo la cui entrata in vigore produrrebbe gravi effetti nel Paese, soprattutto a livello socio economico”, ha commentato l’assessore regionale alle Politiche dell’immigrazione, Pierpaolo Roberti, a margine della riunione.

Secondo la posizione espressa dalla maggioranza delle Regioni (fatta eccezione per Emilia Romagna e Campania), i provvedimenti proposti dal Governo comportano un aumento del numero di immigrati sul territorio nazionale, favoriscono l’ingresso di clandestini e incrementano i costi a carico delle amministrazioni locali per l’impiego di servizi sociali. “La Regione Friuli Venezia Giulia così fortemente esposta alle problematiche derivanti dal massiccio fenomeno migratorio lungo la rotta balcanica, non può che esprimere un parere complessivamente negativo sul provvedimento in esame, posto che quest’ultimo sembra voler assecondare un cedimento del contrasto all’immigrazione irregolare” ha concluso Roberti. Così FVG.it.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.