M5S perde pezzi: “Volevamo cambiare il sistema ma il sistema ha cambiato il M5s”

Condividi!

Lasciano il Movimento 5 Stelle sia Giorgio Bertola sia Francesca Frediani. E sono due addii pesanti e significativi: il primo è stato il candidato governatore in Piemonte appena nel 2019, la seconda è una storica attivista in Valdisusa. Entrambi, insomma, hanno incarnato l’anima grillina in una regione che tra le prime ha consegnato le chiavi del governo ai 5 Stelle. Bertola e Frediani definiscono la loro decisione “sofferta”, ma con critiche pesanti ai vertici del Movimento. “Da troppo tempo sul mio territorio il M5S è assente, chi era accanto a me fino a qualche tempo fa è scomparso, disilluso se non proprio arrabbiato – attacca la Frediani -. Non erano loro a dover andare via, così come ora non dovrei essere io ad uscire. Ma questa nostra casa è diventata invivibile”. Così Libero Quotidiano.

Le fa eco Bertola: “Vivo da mesi come un innamorato deluso, giunto alla fine di un vero amore. Volevamo cambiare il sistema ma il sistema ha cambiato, in parte, il M5s. Dovevamo essere gli anticorpi al malessere della politica, ma ci siamo rivelati corruttibili alle stesse logiche distorte e una picconata dopo l’altra abbiamo assistito alla demolizione dei nostri valori e identità”. Dopo l’uscita di 4 consiglieri comunali a Torino, insomma, un altro campanello d’allarme per il Movimento. O meglio, il fu M5s.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.