L’Onu attacca l’Ucraina: “Stupri e violenze sessuali da parte dell’esercito di Kiev”

Condividi su:

L’Onu lancia una durissima accusa contro l’Ucraina e il suo esercito: ”Ci sono denunce di violenza sessuale da parte delle forze ucraine e delle milizie della protezione civile di Kiev”, l’annuncio di Rosemary DiCarlo, sottosegretario generale delle Nazioni Unite, parlando al Consiglio di Sicurezza. La missione di monitoraggio dei diritti umani dell’Onu in Ucraina sta verificando queste accuse, ha precisato la Rosemary DiCarlo.

In generale più di un miliardo di persone nel mondo sono colpite dalla guerra della Russia in Ucraina. Sono circa 10 milioni le persone sfollate a causa dell’offensiva: si tratta “dello spostamento forzato di persone più rapido dalla Seconda guerra mondiale”. Il triste bollettino è segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, intervenuto anche lui al Consiglio di sicurezza. Lo ha riportato il Tempo.

Condividi su:

5 thoughts on “L’Onu attacca l’Ucraina: “Stupri e violenze sessuali da parte dell’esercito di Kiev”

  1. FOX NEWS (la volpe della notizia)

    “LORO CANCELLANO LA STORIA COMPROMETTENTE DEL NAZISMO IN UCRAINA, SFUGGITA ACCIDENTALMENTE, MA ABBIAMO IL VIDEO.”
    ******************

    ‘Un segno di vera integrità giornalistica è la volontà di porre domande incisive e pertinenti, anche quando tali domande sconvolgono lo status quo. Bret Baier di Fox News ha fatto proprio questo mentre intervistava il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky il 1° aprile. Apparentemente, Fox News ha deciso di modificare la domanda di Baier a Zelensky sul famigerato battaglione Azov.

    Il battaglione Azov è diventato un argomento controverso, almeno per i media mainstream quando si tratta di riferire sul gruppo NEONAZISTA che opera in Ucraina sotto il comando dell’esercito del paese.

    Eppure, Baier ha chiesto a Zelensky di questa famigerata unità, chiedendo informazioni su alcuni rapporti emersi nelle ultime settimane su questa unità – che avrebbe commesso “atrocità” nel conflitto Russia/Ucraina.

    “Voglio che ci chiarisca una cosa, e questo è… questi rapporti sul battaglione Azov che si dice sia un’organizzazione affiliata ai nazisti che opera come milizia nel tuo paese, che si dice stia commettendo le proprie atrocità. CHE COSA DOVREBBERO SAPERE GLI AMERICANI di quell’unità, di quei rapporti?” ‘

    https://www.redvoicemedia.com/2022/04/fox-news-deletes-ukraine-nazi-bombshell-story-that-accidentally-slipped-out-but-we-have-the-video/?utm_source=daily-email&utm_medium=email

    1. “ZELENSKY NON HA NEGATO GLI ASPETTI NEONAZISTI del BATTAGLIONE AZOV NELLA PROPRIA RISPOSTA.
      **************************************************************

      ————-> In effetti, HA DETTO: “Loro sono quello che sono”, come per togliersi dall’impaccio della domanda, e affermare che gli INDIVIDUI più ORRIBILI dell’unità sono stati PROCESSATI, CONDANNATI e IMPRIGIONATI nel 2014.

      ‘Quindi Azov era UNO DI QUEI TANTI BATTAGLIONI. SONO QUELLO CHE SONO. STAVANO DIFENDENDO IL NOSTRO PAESE.

      E più tardi, ti spiego tutto sui componenti di quei battaglioni di volontari, che in seguito sono stati incorporati nell’esercito dell’Ucraina. Quei combattenti Azov NON sono più unGRUPPO AUTO-COSTITUITO. Sono una COMPONENTE DELL’ESERCITO UCRAINO.

      Nel 2014, ci sono state situazioni in cui i nostri volontari sono stati accerchiati e ALCUNI DI LORO HANNO VIOLATO LE LEGGI… DELL’UCRAINA.

      E in realtà sono stati portati in TRIBUNALE e sono stati CONDANNATI AL CARCERE. Quindi, LA LEGGE è PRIMA DI TUTTO ‘”.

      https://www.redvoicemedia.com/2022/04/fox-news-deletes-ukraine-nazi-bombshell-story-that-accidentally-slipped-out-but-we-have-the-video/?utm_source=daily-email&utm_medium=email

      1. Non ha negato aspetti nazionalisti, che èdiverso da nazismo… ma molto… Lui dice loro sono come sono. Se tu metti sotto queste parole tutto quello che pensi di loro e tutta propaganda hai la tua distorta risposta. Poi dice la legge è la legge.. ciò è uguale per tutti. Se uno comette crimine va in galera.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.