Liguori: “Biden è venuto in Europa per vendere il gas americano, non per aiutare l’Ucraina”

Condividi su:

Biden a Bruxelles è venuto a vendere il petrolio e il gas americano al posto di quello russo”. Così Paolo Liguori, il direttore di Tgcom24 a “Stasera Italia”, commenta la visita del presidente degli Stati Uniti d’America Joe Biden al Consiglio Europeo a Bruxelles avvenuta al termine del summit della Nato e della riunione dei leader del G7. Secondo il giornalista “Biden non è venuto in Europa ad aiutare l’Ucraina, ma a raccogliere quello che è stato seminato con la guerra: cioè la vendita del petrolio e del gas americano al posto di quello russo. Non volete capire che le guerre si sono sempre fatte per questo: un tempo era per il petrolio, adesso è per il gas”.

E sull’aumento delle spese militari da parte di alcuni Stati, compresa l’Italia, il direttore di Tgcom24 cita direttamente il Papa che ritiene questa misura una pazzia e per la quale ha espresso vergogna. “Sono scandalizzato perché per questo il Papa è stato censurato da tutti i grandi giornali. Una cosa del genere è successa in passato un’altra volta: quando Benedetto XV, durante la prima guerra mondiale, si era rifiutato di assumere una posizione belligerante e lo avevano silenziato. Questo è successo in Italia dove i grandi giornali hanno silenziato il Papa a cui perfino gli ucraini e i russi hanno attribuito una possibilità di trattativa”, conclude. Lo ha riportato tgcom24.mediaset.it.

Condividi su:

2 thoughts on “Liguori: “Biden è venuto in Europa per vendere il gas americano, non per aiutare l’Ucraina”

  1. Eh, eh, perche’ pensate che abbiano messo la Russia con le spalle al muro e provocato questa guerra? Tutto calcolato proprio per soppiantarla nell’esportazione di gas e petrolio, oltre che per annientare l’Europa e magari poi comprarla per due soldi. Ma avranno davvero calcolato tutto? Perche’, come dice il proverbio, il diavolo fa le pentole, ma poi i coperchi li fa qualcun altro…

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.