Lettera aperta all’Agenzia europea del farmaco: “I vaccini anti-Covid violano il Codice di Norimberga”

Condividi!

Il 25 agosto 2021, i sopravvissuti alla Shoah e i loro discendenti hanno scritto una lettera aperta all’Agenzia europea per i medicinali (EMA) per chiedere l’interruzione immediata della campagna vaccinale contro il Covid-19, in quanto viola i principi etici fondamentali del Codice di Norimberga. La lettera aperta dei sopravvissuti alla Shoah è indirizzata a Emer Cooke, direttore esecutivo dell’Agenzia europea per i medicinali. Lo scrive ArezzoWeb.

Il messaggio dei sopravvissuti alle atrocità dell’Olocausto, e i loro discendenti, è chiaro: prendete immediati provvedimenti affinché la storia non si ripeta. Le sperimentazioni senza consenso informato sugli esseri umani sono atti criminali contro l’umanità e i dati in merito alle reazioni avverse sono tutt’altro che confortanti, specialmente se si considera che la maggior parte di queste non viene nemmeno segnalata.

E’ bene rammentare che il Codice di Norimberga impone che il soggetto che volontariamente si sottopone alla sperimentazione sia sufficientemente informato circa i potenziali rischi per la salute, i metodi utilizzati e gli scopi della sperimentazione stessa. Ma nulla di tutto questo avviene ormai dal dicembre 2020. Non esiste informazione scientifica trasparente e imparziale, nessun contraddittorio è ammesso negli spazi televisivi e nei servizi giornalistici. Non si forniscono spiegazioni in merito alle innumerevoli incongruenze scientifiche.

“Stiamo vivendo un déjà vu”, scrivono i sopravvissuti allo Shoah. “Ci appelliamo a voi per fermare questa assurda sperimentazione medica sull’umanità immediatamente – scrivono – quella che voi chiamate vaccinazione contro il Coronavirus è in realtà una violazione blasfema della natura. Mai prima d’ora l’immunizzazione di tutto il pianeta è stata realizzata inserendo un mRNA sintetico nel corpo umano”.

“Si tratta di un esperimento medico a cui deve essere applicato il Codice di Norimberga. I 10 principi etici in questo documento rappresentano un codice fondante dell’etica medica che era stata formulata durante il Processo contro i medici di Norimberga, al fine di assicurare che gli esseri umani non venissero mai più soggetti ad esperimenti e procedure mediche involontarie”. ”Che cosa deve accadere affinché possiate risvegliare la vostra coscienza?” concludono.

Condividi!

One thought on “Lettera aperta all’Agenzia europea del farmaco: “I vaccini anti-Covid violano il Codice di Norimberga”

  1. @REDAZIONE

    La Commissione che esamina i ricorsi è scaduta: impossibile radiare i medici no vax”.
    La denuncia del presidente dell’Ordine

    «Abbiamo fatto pressione sui ministri Cartabia e Speranza, ma senza successo».

    lfattoquotidiano.it/2021/09/18/la-commissione-che-esamina-i-ricorsi-e-scaduta-impossibile-radiare-i-medici-no-vax-la-denuncia-del-presidente-dellordine/6325203/

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: