Letta nuovo segretario Pd promette subito Ius Soli e più immigrati

Condividi!

Durante il governo Draghi «voglio rilanciare lo ius soli», è una «norma di civiltà». Lo dice Enrico Letta nel suo intervento in assemblea Pd. «Io sarei molto felice se il governo di Mario Draghi, di tutti insieme, senza polemiche, fosse quello in cui dar vita alla normativa dello ius soli», la legge sulla cittadinanza.«Dobbiamo essere il partito dei giovani. Se non riusciremo a coinvolgere i giovani io avrò fallito il mio obiettivo. Voglio mettere in piedi una Università democratica, mettere insieme tutte le energie e le forze che dobbiamo avere. Voglio fare una battaglia sul voto ai 16enni, anche se so una battaglia divisiva, complicata, ma dobbiamo allargare il peso dei giovani nella società». Enrico Letta arriva nella sede del Pd di Largo del Nazareno per partecipare all’Assemblea del Pd che lo incoronerà segretario. «Dobbiamo pensare che abbiamo vinto e governato quando abbiamo fatto coalizione – dice Letta -. Quando siamo andati per conto nostro abbiamo perso. 1996 e 2006, eravamo guidati da Prodi”.

«Io metterò al centro» il tema delle donne: è «assurdo» che sia un problema, spiega subito Letta. «Mi candido a nuovo segretario ma so che non vi serve un nuovo segretario: vi serve un nuovo Pd», precisa poi. “La coalizione è fondamentale: io ci credo. Ad aprirsi ci si guadagna sempre. Dobbiamo costruire un nuovo centrosinistra, su iniziativa e leadership del Pd. Parlerò nelle prossime settimane con tutti. L’incontro col Cinque stelle guidato da Conte lo dobbiamo fare, sapendo che non sappiamo ancora come sarà quel M5s. Arriveremo con rispetto a ambizione”. Lo scrive oggi il Messaggero.it.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.