Lecco, Viviana muore a 25 anni stroncata da improvviso malore

Condividi su:

LECCO — La comunità di Calolzio è straziata dal dolore per la scomparsa di una giovane, morta improvvisamente a 25 anni. Viviana Citterio se ne è andata nella serata di ieri, lunedì 4 luglio 2022 e dolore e sconcerto sono palpabili in città. Viveva in centro Calolzio Viviana, insieme aa mamma Valeria. E proprio nell’abitazione si è accasciata, probabilmente colta da un improvviso malore che non le ha lasciato scampo.

Saranno i medici dell’Ospedale Alessandro Manzoni di Lecco dove Viviana è stata trasportata a sirene spiegate, a tentare di chiarire le cause di un decesso così prematuro. I soccorritori che sono  intervenuti nell’abitazione calolziese hanno fatto di tutto per salvarle la vita, ma ogni tentativo si è rivelato purtroppo vano. Al momento sono ancora da stabilire la data e il luogo dei funerali della giovane. Così PrimaLecco.it.

Condividi su:

6 thoughts on “Lecco, Viviana muore a 25 anni stroncata da improvviso malore

    1. Per questioni di privacy non sempre si riesce a risalire. Se riusciamo a saperne di più, comunque lo pubblichiamo 😉

  1. Drammatica impennata dei nati morti in Germania e Scozia: 2021-2022 biennio nero

    https://visionetv.it/drammatica-impennata-dei-nati-morti-in-germania-e-scozia-2021-2022-biennio-nero/

    Incredibile eh? Chissà come mai? Sarà il cambiamento climatico? oppure il caldo afoso? oppura troppa pizza? forse troppa pastasciutta? forse troppo vento? ma noooo… ha stato Putin! è chiaro, è lui il maggiore azionista di moderna, pfizer e astrazeneca, non il criminale genocida Larry Fink (Vanguard, Black Rock, State street)

  2. Mi dispiace per la ragazza, era giovanissima. Purtroppo c’è molta omertà e non si sa se si fosse fatta inoculare. Tuttavia anche per una ragazza 22enne che prima di morire viveva nel mio paese ero quasi sicura lo fosse e infatti lo era. Posso capire che in Italia siate molti di più e quindi magari ne muoiano di più ma in Sardegna non se ne parla proprio. Boh. A parte quando qualcuno su Facebook scrive: “Morto tizio. Che dispiacere”. Ma non scrivono mai e poi mai, crollasse anche il mondo, perché quella persona è morta, ergo: le cause del decesso. Eppure vedo anche necrologi di giovanissimi. Insomma, per loro è tutto normale, regolare. Ok, anche alcuni italiani sono covidioti come i sardi ma purtroppo mi sa che da me la situazione è ben peggiore. Anche se leggere alcuni commenti di gente che scrive: “Ci siamo svegliati. Non ci caschiamo più”, devo dire che dà un po’ di speranza. E mi fanno pena i soggiogati. Forse sarà merito degli italiani, degli esperti, chissà. Io non conosco gente gggiovane qua da me altrimenti tenterei di fare aprire gli occhi ai cerebrolesi. Direi loro che rischiano più con il cacchino che col coviddi. D’altronde da me nessuno è mai morto di covid-19 ma di vaccino sperimentale invece sì. Tuttavia i giornalai, pseudo vip e coglioni vari non demordono. Ps: anche i sardi sono italiani, certo, ma dato il caldo micidiale e la vicinanza all’Africa io la chiamo Sardegnafrica. 🤣🏜️Mi scuso per eventuali errori di ortografia ma è un periodo un po’ così, mi fa male la schiena e praticamente qui c’è sempre una pazza che urla e sbatte le porte… Ma non è l’unica pazza con la quale mi tocca stare. E se non erro hanno anche chiuso i manicomi, peccato… Comunque sui social network sto attenta e tento di scrivere correttamente perché poi i covidioti si attaccano veramente a tutto, compresa l’ortografia, in mancanza di argomentazioni fanno soprattutto questo… Fa davvero caldissimo comunque, tra chiasso e caldo ho un sonno. Se non mi vedrete più commentare è perché sarò ⚰️.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.