Latina, 74enne muore 24 ore dopo Pfizer per un malore improvviso

Condividi!

Un anziano di borgo Hermada è morto dopo aver fatto il vaccino, a 24 ore di distanza dalla seconda dose di Pfizer, somministratagli presso l’ospedale San Giovanni di Dio di Fondi. L’uomo è deceduto ieri intorno alle 9.30, l’iniezione del farmaco anti-Covid è avvenuta nella mattinata di sabato. I familiari del 74enne, che vogliono vederci chiaro, si sono rivolti ai carabinieri della compagnia di Terracina presentando un esposto col sospetto che possa esserci correlazione tra la morte e la somministrazione poiché l’anziano non era affetto da particolari patologie. Lo scrive L.O.

La Procura di Latina ha aperto un fascicolo d’inchiesta disponendo il sequestro della salma in vista degli accertamenti medico legali, necessari per fugare ogni dubbio sulla connessione morte-vaccino e fornire le risposte alle domande degli inquirenti. Ora si attende l’autopsia, prevista nelle prossime ore, affidata al medico legale. L’anziano di borgo Hermada è deceduto per un malore improvviso. Va detto che, invece, non aveva accusato alcun sintomo dopo aver fatto la prima dose del farmaco americano (35 giorni fa), sempre all’ospedale San Giovanni di Dio di Fondi.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.