Lanciano, imprenditore si fa la 3ª dose e la sera stessa viene trovato morto: disposta l’autopsia

Condividi su:

LANCIANO – Era senza vita, accasciato nel proprio ufficio, che è annesso all’abitazione. Erano circa le 20, di ieri sera, quando Italo Di Nenno, 60 anni, noto imprenditore di Lanciano è stato trovato morto dalla moglie, Antonella Colantonio, sul posto di lavoro. Lei ha provato a chiamarlo, a svegliarlo, ma l’uomo era esanime. Non respirava più. E’ stato chiamato il 118 e sono arrivati i soccorritori con l’ambulanza, ma per l’uomo non c’era più niente da fare.

Sono stati allertati, successivamente, anche i carabinieri, che sono intervenuti e, dopo aver ascoltato i familiari, hanno poi rimesso un’informativa alla magistratura. La moglie ha spiegato che il marito, che non aveva alcun problema di salute, la mattina si era sottoposto al vaccino anti Covid. Aveva ricevuto la terza dose al PalaMasciangelo. La salma è stata portata all’ospedale di Chieti per l’autopsia. Anche per accertare se c’è correlazione tra l’inoculazione della dose booster e la prematura scomparsa dell’imprenditore, che lascia anche una figlia. Aperta un’inchiesta. Lo riporta abruzzo.tv.

Condividi su:

8 thoughts on “Lanciano, imprenditore si fa la 3ª dose e la sera stessa viene trovato morto: disposta l’autopsia

      1. Non ne potremmo fare a meno assolutamente, sono dei veri capisaldi di ignominio, senza di loro brancoleremmo nel buio più tenebroso. Io non mollo solo per vedere la loro fine.

Rispondi a nuccioviglietti Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.