Lamorgese vuole che gli agenti indossino mascherine di colore rosa: poliziotti protestano

Condividi su:

“Ci è sembrato doveroso scrivere al Capo della Polizia, Lamberto Giannini, poiché in alcune province sono arrivate forniture di Ffp2 di colore rosa. In questo momento in cui, l’uso dei suddetti dispositivi è diventato obbligatorio, in molte più occasioni rispetto alle disposizioni del precedente decreto legge, ci è sembrato non decoroso per la divisa ricevere degli apparati di protezione come quelli giunti in alcune province”. Così Stefano Paoloni, segretario generale del Sap, che ha inviato una lettera al capo della Polizia per portare all’attenzione “l’inusuale” fornitura di mascherine Ffp2 di colore rosa che sta avvenendo in “numerose Questure, tra le quali Pavia, Varese, Ferrara, Siracusa e Venezia”. L’ennesimo scivolone del ministro Luciana Lamorgese, uno dei tanti, degli ultimi mesi.

“Il problema – spiega in una nota – non nasce da un pregiudizio sul colore, ma dal fatto che l’uso dell’uniforme è regolamentato. Sulla base del giuramento fatto, è necessario anche che gli indumenti vengano portati con decoro e rispetto per l’Istituzione a cui si appartiene. Soprattutto in un momento storico, in cui la narrativa ci racconta di una crescente avversione nei confronti delle Forze dell’Ordine – prosegue Paoloni -, diventa necessario adottare sobrietà e rispetto per le divise indossate. Cose che devono far parte dell’ambito di chi è chiamato a far rispettare le regole. Diventa pertanto sconsigliato l’uso di accessori non idonei e che non rappresentano l’Amministrazione. Riteniamo pertanto che gli indumenti e gli accessori utilizzati debbano essere consoni e coerenti con la divisa, così come è sconsigliato utilizzare mascherine vistose o con ornamenti eccessivi e che non portino simboli di richiamo all’Istituzione”.

“Reputiamo dunque che colori che non siano coerenti con la divisa diano una parvenza di minore autorevolezza, sempre tenendo presente il particolare periodo storico e il pregiudizio che alcuni nutrono nei confronti delle Forze dell’Ordine”, sottolinea il segretario generale del Sap. Che, come anche scritto nella lettera, dice: “non si conoscono le ragioni sottese all’acquisto di mascherine di un colore che dovrebbe apparire prima facie non consono alla nostra Amministrazione e suscita perplessità la scelta di approvare tale acquisto”. Il Sap chiede così “un immediato intervento volto ad assicurare che i colleghi prestino servizio con mascherine di un colore diverso (bianche, azzurre, blu o nere) e comunque coerenti con l’uniforme della Polizia di Stato evitando dispositivi di altri colori o con eventuali decorazioni da ritenere assolutamente inopportuni soprattutto se acquistati e forniti dall’Amministrazione”.

Condividi su:

7 thoughts on “Lamorgese vuole che gli agenti indossino mascherine di colore rosa: poliziotti protestano

  1. Poi gli forniranno anche tacchi a spillo e borsette rosse !
    Ma quando la mandano definitivamente a stare sulla tazza ?
    A queste persone ( Lamorgese ) affidiamo la ns sicurezza ?
    stiamo bene !!!

      1. Scajola anche non scherzava…per come ha gestito il g8 forse li ha superati tutti.

  2. l’ufficio FDM (figure di melda, come dicono i cinesi) del ministero dell’interno è attivo H24

  3. Una drammatica considerazione: Questi personaggi che occupano impunemente il parlamento italiano, senza che nessuno degli aventi diritto 40milioni li abbia mai votati, non sono pazzi, decerebrati, sociopaticI, come da ogni parte arrivano commenti, tutt’altro hanno preso in mano l’Agenda di Davos organizzata del giudeo-massone-nazista Schwab, altro non è che la riunione della 12 f.f. elitarie che sostituisce la Conferenza triennale, sempre in Svizzera, sulla sovra popolazione del 1981, protagonista principale l’altro giudeo-massone, questo è sefardita, Jack Attali, che successivamente viene ricordato da una frase del 2002 in una intervista piuttosto drammatica sulla nascente UE che già stava rivelandosi per quella che in effetti “E’ “, nella considerazione che non ha nessuna forma giuridica…e non sapendo che il microfono dell’intervistatore fosse aperto, così si esprimeva sulla popolazione europea: ….ma veramente che pensa, questa plebaglia europea che noi lavorassimo per loro??? Etc. etc.. ormai la “frittata era fatta”. Tornando alla Lamorgese, è frutto della “Agenda” pianificare, appiattire, togliere la dignità a chi lavora in ogni settore…se si parla di intelligenza artificiale che stanno imponendo con una malvagità nemmeno di caligoliana memoria, la scuola che deve insegnare il gender…e porcherie di genere … ormai nauseanti solo dirle…tutto ciò che stiamo vivendo è stato studiato a tavolino pezzo per pezzo e applicato con sadismo…adesso l’attacco è alle forze dell’ordine…che a mio parere ben gli sta…perché avrebbero sin da subito dovuto schierarsi con il popolo sovrano, cacciare a calci in culo l’usurpatore…e ripristinare la democrazia, altro attacco feroce agli over 50, certo questi sono l’ossatura sana del Paese, non hanno vissuto una scuola scellerata, ma una scuola che veniva invidiata dal mondo, hanno la forza della sopportazione, sono creativi, si rimettono sempre in gioco..e lottano e …non mollano mai! Così sono anche i bambini, ne so qualcosa che coraggio hanno e stanno sviluppando la consapevolezza…la fascia intermedia vive il nichilismo. NOVE SONO I GRAVI INGANNI DAL 300 D. CRISTO AD OGGI 14 GENNAIO 2022.
    IN ALTRE PAROLE SIAMO ALLA LOTTA DFRA EL BENE E IL MALE. PERDERANNO..COMUNQUE!

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.