L’allarme dei sanitari ad Aosta: “Continuano ad arrivare giovani con seri problemi cardiaci”

Condividi su:

AOSTA – Certo situazioni cardiache complesse in giovane età esistono da sempre, ma al Parini di Aosta una qualche forma di stupore per una certa regolarità con la quale giovani ragazzi senza diagnosi precedenti si presentano in ospedale con atipici problemi cardiaci pare stia in qualche modo emergendo. Così AostaNews24.

Sembra il caso di un giovane 23enne valdostano ricoverato d’urgenza nei giorni scorsi, dopo che è arrivato in ospedale con un infarto miocardico acuto in corso. Ciclo vaccinale contro il coronavirus concluso con terza dose nel gennaio scorso, un altro ventenne che non presentava fattori di rischio conclamati, almeno non tali da farne ipotizzare in modo verosimile un rischio infarto in età così precoce, si è presentato in condizioni difficili in ospedale. Tanto difficili da necessitare rapide manovre salva vita e un’operazione cardiaca urgente. Ora il giovane dovrebbe esser ricoverato presso il reparto UTIC, sotto stretta sorveglianza sanitaria. Fra qualche sconcerto che a denti stretti tende a slatentizzarsi: in lunghi anni di professione sanitaria, episodi di giovani miocardici e/o infartuati come in questi mesi in pochi li ricordano. 

Condividi su:

6 thoughts on “L’allarme dei sanitari ad Aosta: “Continuano ad arrivare giovani con seri problemi cardiaci”

  1. E allora???
    La cosa più odiosa, e davvero INCOMPRENSIBILE, è CHE QUESTI SANITARI, medici e para-medici, ANCORA CREDONO ALLA BEFANA!
    O sono davvero degli imbecilli matricolati che a quel posto non potrebbero né dovrebbero starci, o sono ASSOLUTAMENTE IN MALA-FEDE!

  2. Ma il senso di specificare quando ha finito i vaccini? Boh tanto per creare allarmismi, così quegli ignoranti dei no vax iniziano a dire “eh pure i giornali dicono che i giovani hanno problemi cardiaci per colpa dei VaCcINi”… Che brutta categoria quella dei giornalisti, l’unico lavoro che non farei mai

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.