La Rai straccia contratto prof. Orsini: censurano chi non si allinea alla propaganda Nato

Condividi su:

Stop al contratto tra la Rai e il professor Alessandro Orsini, ospite intervenuto a Cartabianca sul tema della guerra tra Ucraina e Russia. “La Direzione di Rai 3 ha ritenuto opportuno non dar seguito al contratto originato su iniziativa del programma Cartabianca che prevedeva un compenso per la presenza del Professor Alessandro Orsini nella trasmissione”. Lo ha riportato l’Adnkronos.

Esulta Valeria Fedeli (Pd): “La Rai ha in modo opportuno deciso di non procedere con la contrattualizzazione del prof. Orsini. Istituzionalizzare uno spazio con tanto di compenso, a spese dei cittadini e delle cittadine, per la diffusione di tesi filoputiniane non sarebbe stato adeguato né al ruolo del servizio pubblico né alla gravità del momento”. In sintesi può parlare soltanto chi è pro Ucraina e pro Zelensky. Tutti gli altri non hanno diritto di parola.

Condividi su:

4 thoughts on “La Rai straccia contratto prof. Orsini: censurano chi non si allinea alla propaganda Nato

  1. facessero ciò che vogliono ma non voglio pagarli io, mi rubano soldi sulla bolletta della luce, lo ripeto rubano, per poi usarli e fare propaganda, vedi coviddi, vedi russia, usano il meccanismo dell’ipnosi di massa, solo loro a dire ciò che si deve pensare.
    Il giorno che tutti questi signori a partire dal vile affarista finiranno in galera giustizia è fatta.

  2. Dai sindacati, dai radicali, da tutti quelli che si autoproclamava no difensori della libertà, silenzio. Il prof ha il torto di non essere gay, trans, drogato, perciò deve tacere.
    Minculpop stile 2000.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.