Italiani in Sudafrica: “Qui situazione tranquilla, il mondo in preda ad un’isteria fuori luogo”

Condividi su:

Il veronese Corrado Passi, medico per vent’anni e ora scrittore emigrato a Cape Town, non nasconde la sua perplessità: «Qui siamo tutti allibiti di fronte alla decisione dell’Italia di vietare i voli in partenza dal Sudafrica e dagli Stati vicini. Non ci capacitiamo del perché il mondo sia in preda a questa isteria per la variante Omicron che, è vero è stata scoperta qui, ma nulla è scientificamente provato rispetto alla sua maggior pericolosità: è una delle mutazioni del Covid di cui è pieno il mondo, non ci sono numeri ed effetti tali per giustificare la messa in mora dell’Africa».

E insiste: «Personalmente giudico eccessive e fuori luogo certe scelte politiche. Ripeto, al momento il quadro epidemiologico è sotto controllo e la curva è migliore di quella italiana. C’è l’Omicron, è vero, ma ieri sono stati 7 in tutto il Sudafrica i contagiati da questa mutazione. Non credo che tanto terrorismo sia corretto. Oggi almeno non lo trovo giusto, poi vedremo come andrà a finire».

Passi è irritato. «Più amareggiato, direi» e aggiunge che «la percentuale di vaccinati è più bassa di quella europea, ma per compensare c’è una attività di screening e di test che ci permette di monitorare la circolazione dell’infezione e di tenerla sotto controllo. Al di là delle notizie fuorvianti, in Sudafrica c’è una tradizione medica di prim’ordine e il Covid non presenta focolai maggiori che altrove: come è successo con l’Hiv, ora con l’Omicron passa il messaggio che siamo la cassa di risonanza importante per le nuove emergenze virologiche, ma non è così». E sbotta: «Possibile che si ostracizzi un Paese quando non è successa la stessa cosa con le varianti inglese, brasiliana, indiana? Sette casi di Omicron sono sufficienti perchè il mondo si senta minacciato?». Così larena.it.

Condividi su:

2 thoughts on “Italiani in Sudafrica: “Qui situazione tranquilla, il mondo in preda ad un’isteria fuori luogo”

Rispondi a nuccioviglietti Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.