Italiani bloccati in Gran Bretagna, Giarrusso (M5s): “Fa parte delle cose della vita”

Condividi!

Tra i grillini più improbabili, per certo, ha un posto d’onore Dino Giarrusso, l’ex Iena, ospite in collegamento a L’aria che tira di Myrta Merlino, su La7, dove ha esposto una sua peculiare teoria. Si parlava dei disastri del governo sulle chiusure di Natale, con i mille ripensamenti a danno degli italiani e, soprattutto, di ristoratori e commercianti. Si parlava anche dell’ultimo disastro: la chiusura dello spazio aereo con la Gran Bretagna per la “variante inglese” del coronavirus che ha bloccato all’estero migliaia di connazionali (solo nelle ultime ore, Luigi Di Maio ha disposto una sorta di ponte aereo).

Ma per il grillino non vi è alcun problema, tutto ok, va bene così. Lo dice chiaro e tondo: “In tutto quello che avviene d’urgenza può capitare questo, se viene chiusa una cosa fino al minuto prima era aperta e poi il minuto dopo è chiusa, fa parte delle cose della vita. Si è sparsa la voce che in Inghilterra ci fosse questa variante e quindi per prudenza si sono chiusi quei voli”. Insomma, per Giarrusso “fa parte delle cose della vita”. Uno sfregio alle migliaia di italiani a cui il governo sta continuando a rovinare e peggiorare la vita. Lo scrive Libero.

Condividi!

One thought on “Italiani bloccati in Gran Bretagna, Giarrusso (M5s): “Fa parte delle cose della vita”

  1. Io voglio sottolineare che Giarrusso dice “si è sparsa la voce”, quindi questa variante inglese è una voce, cioé l’inganno del virus, palese, continua…

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: