Israele cancella il Green Pass: “Con la variante Omicron, pure i vaccinati si ammalano”

Condividi su:

Israele cancella il Green Pass entro fine gennaio. La notizia era già stata diffusa dall’autorevole quotidiano Jerusalem post che la settimana scorsa ha diffuso il pensiero del Ministro delle Finanze dello Stato di Israele, Avigdor Liberman. Tramite un tweet spiegava che non c’era più alcuna “logica medica ed epidemiologica nel green pass“, idea peraltro condivisa da molti esperti.

Quello che c’è, invece, è un impatto diretto sull’economia, sul funzionamento quotidiano (del Paese) e un contributo significativo alla diffusione del panico tra i cittadini“, aveva precisato il ministro, il quale aveva già annunciato di essere impegnato “con tutte le parti per eliminare il green pass e preservare una routine di vita normale per tutti“. Il numero di persone che contrae il virus nonostante il vaccino o la guarigione è salito alle stelle con la variante Omicron, e tale sistema dunque va cancellato. Israele ancora una volta traccia la strada ai tempi della pandemia? Ma soprattutto che intenzioni ha il Governo italiano? Mantenere a vita l’infame tessera verde? Lo riporta il Tempo Quotidiano.

Condividi su:

4 thoughts on “Israele cancella il Green Pass: “Con la variante Omicron, pure i vaccinati si ammalano”

  1. Il vero motivo delle riaperture non sono che il virus è meno patogenetico. Cio’ che nascondono i carcerieri globalisti, pupazzi dei poteri occulti oligarchici creatori in forma privata del denaro con cui strozzano i popoli, è che;
    -Il sistema immunitario non risponde piu’ nei plurivaccinati,anzi si indebolisce(detto dalla sanità inglese,da EMA e Israele).Del resto sono terapie genetiche che ti immettono geni estranei ai tuoi,che sono frutto di un equilibrio prodotto in millenni.
    -Il numero di cavie umane morte e invalide permanenti dovute a questi veleni,largamente sottostimati dalle statistiche ufficiali , è allarmante
    -Sanno che non verranno rieletti se continuano a schiacciarci come prima.Bill Gates ha accennato alla “perdita di consenso.Ora hanno paura del risveglio popolare generato da questi psicopatici criminali,come si vede da migliaia di manifestazioni ovunque

  2. Fa piacere leggere che certi governi hanno l’onestà di riconoscere il fallimento di misure scellerate, liberticida e di provvedere in merito per rimediare . Purtroppo il governo che ci ritroviamo in Italia è arrogante, certo non interessato a misure epidemiologiche ma a vessare i cittadini violando le loro libertà. Un po’ ce lo meritiamo pure… In tanti, nonostante i fallimenti e le menzogne di questo governo, si crogiolano di avere quell’infame lasciapassare, pecore al pascolo che amano farsi guidare, troppo impegnativo ragionare con la propria testa.
    🤦‍♂️🤷‍♂️

  3. Più che “anche” io direi “Soprattutto” perché come giustamente si fa notare, il sistema immunitario è gravemente compromesso. Lo stesso sporco lavoro che faceva l’AZT negli anni 80 e 90. Poi dicevano “è morto di aids”. Cosa lo ha mandato in aids? “l’hiv”. No! L’AZT. Naturalmente a mio avviso e con rispetto parlando.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.