Israele, 17enne in terapia intensiva dopo seconda dose vaccino anti-Covid

Condividi!

Un ragazzo di diciassette anni sarebbe stato ricoverato in terapia intensiva presso il Safra Children’s Hospital all’interno dello Sheba Medical Center di Tel Aviv pochi giorni dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino contro il coronavirus. È quanto scrive il sito The Jerusalem Post – Israel News. Il giovane sarebbe arrivato in ospedale dopo aver sentito forti dolori al petto e non avrebbe avuto condizioni preesistenti. Un medico del dipartimento ha riferito che il ragazzo è in condizioni stabili e che l’ospedale non crederebbe che i suoi sintomi siano collegati alla vaccinazione. Lo riporta affaritaliani.it.

La reazione di un utente: “È diventata una barzelletta questa stupidata del “Faccio il vaccino, muoio subito dopo, ma è solo una coincidenza”. Ma a furia di dire sempre che sono coincidenze, di ridirlo sempre, di scriverlo ovunque, le masse crederanno che la Coincidenza è la causa numero uno di morte da danno da vaccino”.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.