In piena pandemia priorità dell’Unione Europea è dare il voto ai rom senza documenti

Condividi!

“Nel bel mezzo di una pandemia, nonostante l’emergenza sanitaria e quella economica che colpiscono tutto il continente a cominciare dall’Italia, la priorità del Parlamento Europeo è discutere del diritto di voto dei rom. Assurdo: di questo si discute in questi giorni a Bruxelles, non di misure concrete per aiutare le aziende e i cittadini europei, in difficoltà per la crisi e per le chiusure conseguenti all’epidemia”. Così in una nota Antonio Maria Rinaldi, europarlamentare della Lega, componente della commissione per gli Affari Costituzionali.

“Nella discussione sul bilancio delle elezioni europee del 2019, l’Ue mette in evidenza le difficoltà che incontrano i rom nell’ambito della partecipazione politica, in particolare per ‘le procedure di registrazione degli elettori, a causa tra l’altro della mancanza di documenti di identità’: dunque, se i rom non hanno documenti, per l’Europa è colpa degli Stati membri. Ancora una volta, con il sostegno delle sinistre e i partiti di governo del nostro paese, l’Ue dimostra di funzionare al contrario e di essere distante anni luce dai reali problemi dei cittadini”. Fonte: AGENPRESS.

Condividi!

One thought on “In piena pandemia priorità dell’Unione Europea è dare il voto ai rom senza documenti

  1. È il modo della sinistra europea di “raccattare” voti.. ORA con i Rom, poi con lo IUS SOLI, altrimenti sono finiti…

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: