Ibrahimovic: “Djokovic ha ragione. Il vaccino non deve essere obbligatorio per poter lavorare”

Condividi su:

“Vaccinarsi per ragioni di salute non è la stessa cosa che farlo per disputare un torneo di tennis. Ognuno deve poter avere la sua opinione”. Sono le parole di Zlatan Ibrahimovic in un’intervista sul domenicale francese Le Journal du Dimanche, per l’uscita in Francia del suo libro “Adrenalina”. “Chi si fa un vaccino lo fa perché ci crede, perché pensa sia efficace contro la malattia”, aggiunge parlando della polemica su Djokovic non vaccinato e bloccato dall’Australia.

Ibra ha concluso dicendo: “Ognuno ha la sua opinione, la gente non dovrebbe essere obbligata a vaccinarsi soltanto per poter andare al lavoro. Io mi sono vaccinato perché penso che il vaccino mi protegga, non per poter giocare al calcio. Sono due situazioni diverse“. Lo ha riportato il Corriere dello Sport.

Condividi su:

2 thoughts on “Ibrahimovic: “Djokovic ha ragione. Il vaccino non deve essere obbligatorio per poter lavorare”

  1. Bravo Ibra! Sei uno dei pochi come Novak che dal mondo dello sport ha le palle di parlare come si deve!

Rispondi a Valerio Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.