“I no vax si paghino le cure da soli”. Morto per un malore il poliziotto Giampaolo Sechi

Condividi su:

Per colpa dei no vax paghiamo oltre 3.300 euro al giorno, devono assolutamente pagare autonomamente le spese ospedaliere”. Così verrà ricordato il poliziotto Giampaolo Sechi mancato improvvisamente nella giornata di ieri a causa di un malore improvviso. Aveva 58 anni. Polizia sarda in lutto per la scomparsa improvvisa, ad appena 58 anni, dell’ispettore Giampaolo Sechi. L’uomo, sposato e con una figlia, è stato stroncato da un infarto. FONTE

Condividi su:

22 thoughts on ““I no vax si paghino le cure da soli”. Morto per un malore il poliziotto Giampaolo Sechi

  1. Sechi…. Sechi … !!!
    “ un bel tacer NON fu mai SCRITTO !!!”
    dicevano i miei nonni !!
    Tu non solo sei mortino col tuo sieromagico,
    ma hai fatto pure una figura di merda !!
    Sechi ci è rimasto 𝚜𝚎𝚌𝚑𝚒 !!!
    𝙰𝚟𝚊𝚗𝚝𝚒 𝚞𝚗 𝚊𝚕𝚝𝚛𝚘 ..

  2. Bene così, quelli che non usano il cervello quando parlano devono morire tutti, vittima di quello che credeva benefico.

    1. siamo già…morti…dove credi di essere?
      questo posto dove credi di essere VIVO
      lo vedi bene? ti quadra tutto? ma proprio tutto?

  3. Ahhh..il karma. Lo sbirro con la faccia da Mastro Lindo se si fosse ammalato di miocardite da vaccino non solo avrebbe avuto le cure ospedaliere pagate dalla sanita’ pubblica, ma anche lo stipendio pagato durante la malattia. Questo fa di lui un BASTARDO quando era in vita, e anche da morto.

  4. Non gli è andata male, per questo giorno speciale 3.300 euro di saldi con tutte le onoranze del cassamortaro e mai più spese, e non dovrai vedere le spese che ci facciamo noi a birra e salsicce.

  5. Purtroppo, chi ha la pancia piena, non potrà mai capire chi invece è a digiuno da giorni, quindi, chi è sazio e satollo, agirà di conseguenza,, è venuta a mancare l’empatia in ogno nostra manofestazione sociale. C’è una cosa però, che dovrebbe essere rimessa al posto che le compete, L’ETICA PROFESSIONALE.. come per quell’infermiera che anticipa azioni ritorsive a danno del non vaGGinato, se mi capita in reparto, “farò finta di non riuscire a prendere la solita vena.. lo farò soffrire” Ecco, il nocciolo della questione sta proprio qui. Detto ciò, spero vivamente che i familiari di questo carabiniere, prendano atto dell’aberrazione di cui soffriva il congiuto ora deceduto e rimedino al danno in sua memoria…

  6. Un’idiota di meno, Banale Burocrate ( anche armato…) , tutore di leggi fasciste, Principalmente a Danno dei propri Connazionali … il karma ha colpito ancora.

  7. Intanto tu sei già nel mondo dei morti, coglione.
    Un altro in meno a cui pagare le cure da covidiota vaccinato.
    Meno coglioni in giro, più spazio per noi.

  8. Ovviamente non ci sarà nessuna correlazione, come sempre d’altronde, altrimenti finirebbe tutto il magna magna dei cacchini sperimentali covid-19… Ho voglia di commentare il suo post da acefalo, e dire che alcuni dei suoi amici malati gli diedero pure ragione. Lol. Ah, era un sardo come me poi. Che vergogna… Difatti il cognome è sardo. E ci credeva pure… Lavaggio del cervello… Sechi c’è rimasto secco… Chi di speranza vive, di speranza muore… Succede che i covidioti danno retta ai presunti esperti venduti e non ad esperti del calibro di Montagnier, Frajese, Malone, ecc… Scriveva delle puttanate immani, ovvero quelle che ripetono tutti i covidioti SCEMI e lobotomizzati. Sono stanca di tutti questi irrimediabili menomatï mentali, sono gusci vuoti, non hanno veramente NULLA da offrire al mondo… Non hanno ancora compreso che molti di coloro che loro chiamano NoVaCsEh1! sono immuni già da prima della cagata denominata covid-19 (?) Se soltanto si informassero e capissero ma non ci arrivano, è inutile, hanno dei limiti comprensivi e cerebrali enormi… Sono i cacchinati che finiscono in terapia intensiva e che crepano… Noi abbiamo la nostra immunità naturale e il nostro gruppo sanguigno immune che ci protegge già, da sempre… Io non mi sono mai ammalata ma i covidioti malati mi auguravano la terapia intensiva… E poi ha scritto un sacco di cazzate pseudo buoniste e moraliste da ritardato… Nessuno ha mai chiesto soldi a coloro che magari fumavano e che poi si sono ammalati di cancro, ecc… È ridicolo… Poi magari bacia pure il deretano ai profughi novax… Eh, troppo comodo in questo modo, troppo facile così, ma vaffanculo… Più ossigeno per noi… Poi magari fumava pure, ah la coerenza… Ai covidioti la coerenza dovrebbero iniettarla in vena con 3/4 dosi di grafene e nanoparticelle, tanto a loro piace, oppure tramite supposte… La coerenza non sanno minimamente cosa sia, come anche la dignità… Che tristezza… Ci hanno rubato la vita questi stronzi…

  9. È curioso, osservare che coloro che avrebbero dovuto, per la professione che operano, ovvero essere diffidenti, abbiano preso delle cantonate simili., ancora prima di tutto quanto e vi era odor di vaccinazioni, mi è venuto in mente di pormi domande.
    So che molti lo fanno senza pensarci ma, se ci riflettete, trovare che quel porvi domande su domande, il vs subconscio vi ha portato le risposte o… Vi ha messo sulla strada x capire…mai credere e porsi domande è quello che ci differenza tra gli animali.

  10. Che queste STRONZATE poi le sostenga addirittura un poliziotto, è veramente il COLMO!
    In ogni caso, per dirla all’Annibal Caro dei Serrani, questo poliziotto apparteneva a quella «GENTE CUI SI FA NOTTE INNANZI SERA: GENTE DA BASTO, DA BASTONE E DA GALERA!»
    Questo sconsiderato poliziotto, per dire idiozie di questo genere, certamente non ha capito niente di niente, e si è fatto un INFINITO numero di “SECHI MENTALI”, forse per un’IPNOSI PROFONDA SUBITA, che non gli ha dato scampo ed è finito nella rete dei criminali burattinai, dove lui è stato un bravo burattino!
    E ora, più che la galera, che forse, chi lo sa – meritava anche prima, è meglio che stia nel luogo che ha raggiunto, così nessuno, né lui né noi deve versare nulla nelle casse della sanità, ma soprattutto non romperà più i coglioni con i suoi PERSONALI, ELUCUBRATI discorsi e comportamenti da stronzo.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.