Gran Bretagna, niente Green Pass: Londra si oppone al lasciapassare previsto invece in Italia

Condividi su:

Niente Green Pass in Inghilterra. Londra ha deciso che non introdurrà il certificato verde, previsto in un primo momento per fine settembre. Le motivazioni sono diverse: innanzitutto in Inghilterra la campagna vaccinale è stata più rapida rispetto ad altri Paesi, consentendo di osservare prima gli effetti dell’immunizzazione. Inoltre, il Green Pass sarebbe dovuto passare dal Parlamento, ma difficilmente avrebbe superato questo esame. L’introduzione dell’obbligo di certificato per alcune attività, infatti, incontrava un’opposizione bipartisan, dal momento che si erano espressi in senso contrario sia buona parte della maggioranza sia il leader dei laburisti. 

Il ‘liberi tutti’ introdotto lo scorso 19 luglio è dunque destinato a restare tale, dal momento che Boris Johnson sembra deciso a non introdurre nuove restrizioni, come riporta corriere.it. Dunque, non dovrebbero più arrivare lockdown, dal momento che, ha affermato Londra, il vaccino rappresenta una difesa sufficiente contro il virus.

Condividi su:

3 thoughts on “Gran Bretagna, niente Green Pass: Londra si oppone al lasciapassare previsto invece in Italia

  1. LO HA CAPITO ANCHE BORIS JOHNSON … CHE L’OBBLIGO VACCINALE SAREBBE LA “TOMBA DELL’ESECUTIVO”.

    La previsione di Pietro Senaldi, condirettore di Libero:

    «Qualche paese lo ha fatto, a parte … le dittature. Secondo me, per decisioni così forti, c’è sempre il vizio d’origine. Cioè, questo Governo non è espressione del voto dei cittadini. Governo parlamentare, costituzionale, super legittimo, validissimo dal punto di vista tecnico. Però, per una decisione del genere … insomma, sarebbe la tomba dell’esecutivo, questa decisione…»

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.