Governo non estende obbligo vaccinale: teme valanga richieste d’indennizzo per danni da vaccino

Condividi su:

Nel Consiglio dei Ministri del 23 dicembre, la questione spinosa sull’estensione dell’obbligo vaccinale ha portato ad una lite tra i componenti del Governo. In Consiglio non è passata la proposta del Ministro della Salute Speranza, sostenuta da Brunetta e Franceschini. Giorgetti (Lega) e Patuanelli (M5S) non sono stati d’accordo. Il leghista Giancarlo Giorgetti ha fatto presente il grave e concreto rischio di una valanga di richieste di indennizzo per danni da vaccino con l’obbligo vaccinale, in considerazione delle tante segnalazioni di reazioni avverse con danni anche permanenti.

In Italia, l’ordinamento, con la legge n. 210 del 1992, copre formalmente solo i danni da vaccinazioni obbligatorie e, in caso di obbligo, l’Avvocatura dello Stato non potrebbe sollevare l’eccezione dell’adesione volontaria alla vaccinazione. Quindi, in Consiglio dei Ministri, dopo l’intervento di Giorgetti sui gravi rischi di una valanga di richieste di indennizzo, il Ministro dell’agricoltura Stefano Patuanelli ha chiesto un “supplemento di riflessione” e un confronto con i vertici del suo partito. A quel punto pare che anche Brunetta sia stato d’accordo a rimandare la questione a gennaio e il Presidente del Consiglio, nonostante le richieste di Speranza e degli altri componenti del PD, ha dovuto prendere atto dei gravi rischi dell’estensione dell’obbligo vaccinale e la proposta del Ministro della Salute è stata bocciata. Lo ha riportato il quotidiano nazionale La Verità.

Condividi su:

4 thoughts on “Governo non estende obbligo vaccinale: teme valanga richieste d’indennizzo per danni da vaccino

  1. Certamente! Con l’obbligo decade quella squallida liberatoria che viene sbandierata sotto il naso prima della vaccinazione! Chi decide si deve prendere la responsabilità delle proprie decisioni e degli obblighi che impone!!!

    1. @Valerio —> I “vaccini” vanno prescritti: Francesca Donato incontra l’avvocato Renate Holzeisen

      L’AVVOCATO RENATE HOLZEISEN ha detto che serve obbligatoriamente (già dal 27 dicembre 2020) la prescrizione medica ad essere “vaccinati”. Si tratta di una regolamentazione della Commissione Europea, su indicazione dell’EMA

      Obbligo che è stato sempre disatteso, e l’avvocato dice chi sono i responsabili…

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.