Governo alla fine cala le braghe: Djokovic potrà giocare in Australia senza vaccino

Condividi su:

L’annuncio che tutti da settimane nel mondo del tennis aspettavano è arrivato. Novak Djokovic parteciperà agli Australian Open. È stato lo stesso numero uno al mondo a chiudere il tormentone relativo alla sua presenza nel primo Slam stagionale. Nole infatti ha avuto una speciale esenzione da parte degli organizzatori e dunque potrà giocare sul cemento australiano pur non avendo mai dichiarato di essersi vaccinato contro il Covid. Un situazione che sicuramente farà discutere. Lo riporta oggi l’Adnkronos.

Il dado dunque è tratto. Novak Djokovic si mostra in partenza, all’aeroporto, con tutti i suoi borsoni. La destinazione è l’Australia dove potrà partecipare agli Australian Open, torneo che ha vinto 9 volte e di cui è campione in carica. Il serbo ha annunciato che il tutto è stato possibile grazie ad uno speciale lasciapassare garantitogli dagli organizzatori dello Slam: “Buon anno a tutti! Vi auguro tutta la salute, l’amore e la felicità in ogni momento presente e che voi possiate provare amore e rispetto verso tutti gli esseri su questo meraviglioso pianeta. Ho passato del tempo fantastico con i miei cari durante le vacanze e oggi vado in Australia con un permesso di esenzione. Andiamo 2022!!!”.

Ogni atleta che arriva in Australia deve essere vaccinato, e mostrarne le prove anche attraverso le certificazioni. Djokovic dal canto suo non ha mai voluto svelare il suo status vaccinale, e dunque non ha mai dichiarato di essersi vaccinato. Una situazione che sulla carta dunque gli avrebbe impedito di difendere il titolo, se non fosse arrivata questa speciale esenzione che lo rimette in gioco. Non mancheranno le polemiche per questo “compromesso”, anche alla luce delle dichiarazioni del tennista (e di suo padre) che non ha mai preso posizione sul vaccino.

Condividi su:

2 thoughts on “Governo alla fine cala le braghe: Djokovic potrà giocare in Australia senza vaccino

  1. In Australia hanno attuato un colpo di stato con il covid togliendo diritti inalienabili ai cittadini, come denunciato da alcuni australiani sulla rete e introducendo praticamente uno stato nazista.Mentre schiacciano i loro cittadini come vermi per fare denaro dal tennis fanno eccezioni soli per i famosi.Dire che fanno schifo a costringere solo i cittadini indifesi a fare da cavia gratuita a terapie oramai accertate come tossiche e estremamente pericolose è il minimo che si puo’ dire.

  2. Cesare, hai ragione! Comunque sono contento per Novak: lui le braghe non le ha calate, non si è piegato, e questo gli fa onore! Ha vinto un braccio di ferro conducendo una battaglia leale e a viso aperto, rischiando di restare a casa…

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.