Governatore Texas contro Biden: “La gente deve lavorare in pace”. E cancella l’obbligo vaccinale

Condividi!

Muro contro muro, il Texas contro la Casa Bianca, Greg Abbott contro Joe Biden. Il governatore non ci sta e firma un ordine esecutivo che è un autentico guanto di sfida politica: nessuna entità statale può imporre nessun trattamento a chiunque lo rifiuti «per ragioni di coscienza personale, di credo religioso o di convinzioni mediche, inclusa la precedente guarigione dal Covid-19». Che tradotto significa: nessuno può imporre nessun obbligo vaccinale a nessuno. 

Tanto per essere ancora più chiaro, il comunicato diffuso dalla sua segreteria è accompagnato da una dichiarazione rilasciata un attimo dopo dallo stesso Abbott: «Il vaccino contro il Covid è sicuro, efficace, e rimane la nostra migliore arma di difesa contro il virus. Ma resta e deve restare assolutamente su base volontaria e non può assolutamente essere imposto». Ora la palla passa al parlamento locale, cui viene chiesto di muoversi nella medesima scia perché «già troppi texani sono stati fatti fuori dal mondo del lavoro, assieme a troppi imprenditori che hanno fatto fatica a pagare i propri conti». Lo riporta il Mattino.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.