Gli scoppia all’improvviso il cuore sul posto di lavoro: morto operaio di 46 anni a Taranto

Condividi su:

TARANTO, 28 OTTOBRE – Un operaio di 46 anni di Latiano (Brindisi), dipendente della ditta Ecologica, è stato colto da un malore improvviso ed è morto mentre era al lavoro nella stiva di una nave attraccata al porto di Taranto. Piero Mingolla probabilmente ha avuto un infarto mentre stava manovrando un escavatore nella stiva della nave che trasportava clinker per cemento.

A quanto si è appreso, a dare l’allarme sono stati alcuni colleghi che, finito il turno, si erano radunati sulla banchina e non vedendolo arrivare sono andati a cercarlo, trovandolo senza vita all’interno dell’escavatore. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, la Capitaneria di porto e i carabinieri. Ditelo a Mattarella. Così l’ANSA.

Condividi su:

4 thoughts on “Gli scoppia all’improvviso il cuore sul posto di lavoro: morto operaio di 46 anni a Taranto

  1. Ti venissero a prendere , tutte quelle vite perse a causa dei sierigenici sperimentali !
    Se ce un po di giustizia divina o Karma , che tu possa schiattare nel piu miserabile dei modi !
    Pisciare sulla tua tomba sara un obbligo morale e spirituale !

  2. Una volta (mica tanto prima) avrebbero specificato con gioia “non vaccinato”. Ora non si sa, ma statisticamente si tratta di vaccinato. E non lo si dice più.
    A parte la povera vittima, lotterò alla morte perché falliscano, chiudano o … esplodano tutti i quotidiani mainstream.
    Non comprateli!

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.