Giovane 23enne si spegne per un malore fatale dopo una partita di calcetto

Condividi su:

FERRARA — Antonio Salerno, 23 anni, sportivo muore all’improvviso a causa di un malore fatale. I medici dichiarano morte per cause naturali. Antonio con il fratello Gabriele ed alcuni amici si danno appuntamento al campo per una partita di calcio a 5, come era consueto fare. Al termine della gara, Antonio accusa qualche fastidio al petto, ma non sembra nulla di grave, tant’è che non è stato ritenuto necessario allertare nessun soccorso o ambulanza.

La partita termina e Antonio si cambia negli spogliatoi e, insieme al fratello gemello Gabriele, si reca a piedi verso casa, in quanto non distante dal circolo Buontemponi. Se non che, poco dopo un centinaio di metri, Antonio si accascia e accusa un malore e il fratello chiama subito il pronto soccorso. Poi il trasporto e una corsa disperata verso l’ospedale Sant’Anna di Cona, dove purtroppo nulla hanno potuto i medici, in quanto il giovane era già deceduto per morte naturale. Lo ha riportato il Resto del Carlino.

Condividi su:

15 thoughts on “Giovane 23enne si spegne per un malore fatale dopo una partita di calcetto

  1. Si spegne è proprio il verbo giusto. Si stanno spegnendo come candele nel vento (bellissima frase presa da una canzone altrettanto bellissima) e per tutti è morte per “cause naturali”.

    Attendo ecatombi di maggiore portata e volume, questo paese e questo pianeta (ché la cosa sta accadendo ovunque in Occidente) necessitano di una sfoltita gigantesca.

    Finalmente l’arroganza dell’ignoranza e della stupidità hanno trovato il karma a sistemare tutto.

  2. Okay che lo sport riaccende la vita e la speranza e fa bene ma io temo molto per questi ragazzi giovanissimi… Che possa c’entrare la Spike dei cacchini? Aiuto… Ho veramente il timore che ciò possa accadere anche ad altri… Ovviamente mi dispiace per tutti… Draghi il bugiardo invece è vivo e vegeto perché lui non si sarà fatto iniettare le 3/4 dosi di merda liquida. Gli avranno iniettato le soluzioni di acqua fisiologica. Mica è SCEMO, lui… Cattivo ed estremamente ignorante sì, anche estremamente arrogante ma di certo non fesso…

  3. Tanti ne muoiono e tanti non ne nascono, grazie anche agli abortisti, siamo ad un punto di malvagità che ha raggiunto l’apice.

    1. Ma sì dai, facciamo nascere altra carne da macello in questo mondo di ingiustizie e schiavitù e miseria, è talmente favoloso!!
      Le donne che ancora hanno voglia di fare figli sono roba da TSO con tutti i veleni che hanno in corpo.
      Ah giusto ma a voi chevvefrega, tanto il figlio spastico o vegetale mica siete voi a curarlo e a vederlo morire lentamente, cattofasci con l’utero altrui.

      Siete maschi, TACERE prego.

      1. Dafne tu sei consapevole che i Rotschild, il loro lacchè George Soros, gli eugenetisti e i transumanisti dell’elite hanno le stesse tue opinioni in merito, e che le propagandano da decenni? Questo non ti dice niente? Dai commenti che posti sembri una brava persona non ancora del tutto risvegliata dall’indottrinamento con cui il modernismo ci sta inducendo ad autodistruggerci, e di cui i “malori improvvisi” da vax sono la prova più empirica. Siamo gli stessi maschi che da millenni di fronte a un pericolo mettono in salvo prima le DONNE e i bambini. Ci meritiamo questo trattamento? Voi proprietarie di utero siete sicure di essere le stesse che un tempo meritavano di essere messe in salvo insieme ai bambini? I maschi sono esseri umani e in quanto tali hanno tutto il diritto di parlare, dato che (purtroppo?) Dio (o la Natura, per gli atei) ha affidato a voi donne il compito di non fare estinguere la specie umana e la razza bianca. Saluti

      2. Allora le tue sono finte lacrime ogni volta che muore un giovane grazie al siero mortifero che ci hanno regalato gli stessi abortisti.
        Poi tutti spastici e malati nascono?
        Perché tacere se ho visto maschi insieme a donne crescere con cura i loro figli “malati”?
        Poi checcefrega a noi se rimarremo tutti circondati da negri e gialli perché voi avete paura del bambino?

      3. Per i Gino italiani fare figli serve solo per contrastare il numero degli immigrati che in ogni caso invaderanno presto questo paese di boccaloni in fila per vaccinarsi, si vede che di vivere non frega più nulla all’italica stirpe…

        Peccato non vi rendiate conto di quanto siete diventati penosi. Alle donne sane di mente interessa la propria qualità di vita e quella dei loro figli, non di figliare come coniglie per dimostrare superiorità di numero verso altri popoli.
        E se la qualità di vita non c’è i figli non si fanno, è normale. E non tramite aborto come vi piace pensare da repressi bacchettoni quali siete, ma con la sacrosanta contraccezione.
        Le donne che vogliono avere figli disabili e curarli a vita lo facciano, le altre hanno la libertà di non farlo e tale resterà, vi piaccia o meno.

      4. Non convivo con un Gino e non ho un figlio Gino.

        Me la godo alla grande, in barba a te e quelli come te.

      5. E dimenticavo, non ho figli disabili solo per fare contenti i Gino repressi, chiesaioli e misogini che godono nel vedere le donne sottomesse e miserabili con vite di merda.
        Il patriarcato è FINITO, si torna all’energia del divino femminile!

  4. Una curiosità che non ho letto da nessuna parte, si è a conoscenza se c’è differenza fra i diversi vaccini fatti finora e la correlazione con i danni collaterali o le morti improvvise ?
    E poi, c’è un gruppo sanguigno più rischio di altri o un gruppo sanguigno più sicuro e intaccabile ?

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.