Ginecologo a Ferragni: “Parli di abiti e profumi, non si intrometta in questioni mediche delicate”

Condividi su:

PESARO – Il primario di Ginecologia di Marche Nord dottor Claudio Cicoli precisa che la sua struttura garantisce la rigorosa applicazione della legge ma per quanto riguarda la sua personale scelta etica ha deciso da sempre “l’obiezione verso la legge 194/78 nonostante che mi prodighi ogni giorno per garantire il servizio previsto dalle legge sull’interruzione di gravidanza”. Lo riporta il Resto del Carlino.

“Per quanto riguarda l’uscita sui social della Ferragni contro le Marche – continua il primario- mi ha lasciato sbigottito perché dimostra come sia totalmente ignara di cosa avviene all’interno degli ospedali marchigiani e in particolare nella struttura di Marche Nord che dirigo, dove il servizio è sempre stato garantito e nessuna richiesta è stata rifiutata o non evasa. Sfido a trovare una donna che possa affermare il contrario. La Ferragni, e quelli che fanno il suo mestiere, si occupi di promuovere profumi e abiti e non si intrometta in questioni delicatissime come l’aborto che necessita di conoscenza scientifica e preparazione specifica”.

Condividi su:

45 thoughts on “Ginecologo a Ferragni: “Parli di abiti e profumi, non si intrometta in questioni mediche delicate”

  1. Loro esibiscono i loro neonati come trofei, felici nell’esibirli nella loro crescita, loro sono contenti di avere dei figli ma gli altri devono ucciderli già in grembo. Questa è la loro bontà, così per i radicali alla Bonino, il suo compare cappato va in giro per l’Italia con un carro funebre cercando una vita indegna vuol farsi uccidere, la Bonino deve campare col turbante fino all’ultimo respiro per obbligarci all’inferno che i stanno preparando.

    1. L’aborto e l’eutanasia sono diritti sacrosanti, perchè col MIO corpo faccio ciò che voglio IO. Se non capisce la differenza tra MIO e TUO ripassi la grammatica. La sinistra continuerà a prendere voti finchè la destra continuerà a dire alle persone ( in particolare alle donne, dato l’argomento aborto) quello che DEVONO fare. E se lei non capisce neppure la differenza tra OBBLIGO e libera SCELTA, allora cosa ci sta a fare in un sito che si occupa in prevalenza dell’assurdità dell’OBBLIGO vaccinale? O dell’OBBLIGO di stare dalla parte di Zelenski?
      Nello specifico, parlando di aborto, l’obiezione di “coscienza” è solo un modo per i medici di evitare una scocciatura che non gli serve per fare curriculum e neppure per fare i soldoni delle visite private (magari in nero). Personalmente l’abolirei: se SCEGLI di fare il ginecologo, fai anche gli aborti. Punto e fine. Fa parte del tuo lavoro, tu non ti devi permettere di pre-giudicare con la scusa della “coscienza” maddai, ma a chi la vuoi raccontare? Ma allora l’obiezione di “coscienza” la devi fare anche anche ai mafiosi! Se ti arriva un mafioso in ospedale non gli fai gli esami o non lo curi perchè sai che ha ammazzato persone vere (e non feti) e ti trinceri dietro la TUA obiezione di coscienza? No vero? Non vale in quel caso? Perchè del mafioso hai più paura che della tua “coscienza”!

      1. Pienamente d’accordo con Lei, su tutta la linea.
        Lo scrissi anch’io, chi non vuole interrompere una gravidanza cambi mestiere perché la legge è molto chiara al riguardo, la persona fisica e giuridica inizia dall’uscita dal grembo materno, non prima, piaccia o meno. Chi ci vuole aggiungere moralismi religiosi lo faccia pure ma a casa sua e basta, perché la 194 NON.SI.TOCCA.

        Si preoccupino piuttosto dei milioni di bambini già nati che muoiono di fame ogni giorno o abusati o abbandonati dalle famiglie anziché di cellule di 6 settimane che la natura stessa permette di eliminare dal corpo (per chi non lo sapesse, un feto è un corpo estraneo che il sistema immunitario della donna riconosce molto a fatica).
        Detesto l’ipocrisia dei perbenisti col deretano altrui.

      2. Col TUO corpo puoi fare quel che vuoi, ma col corpo e la vita di UN ALTRO (il bambino) no, non puoi. Quindi, invece di fare aborti, ovvero infanticidi, perche’ non essere piu’ responsabili e piu’ UMANI, e usare uno dei tanti contraccettivi oggi proposti da scienza & tecnologia?

      3. @ Dino

        Meglio mille volte un aborto a tutto lo schifo che devono vivere milioni di bambini sulla propria pelle mentre voi perbenisti sparate cazzate moraliste dal divano di casa.
        Dei vostri deliri religiosi me ne infischio, come donna appoggerò e sosterrò sempre l’interruzione di gravidanza, abortire molto spesso significa interrompere una vita di merda per madre e figlio.
        Far nascere e adottare? Ma anche no, specie se i ragazzini finiscono in famiglie di pervertiti o fondamentalisti religiosi, dalla padella alla brace.
        Ciò che nasce nel nostro corpo nasce o muore secondo la nostra decisione insindacabile, fatevene una ragione. Se cercate carne da macello entrate in chiesa.

      4. Confermi tutto, il corpo per voi di sinistra è sempre quello degli altri.
        Poi non fate tanti perifrasi, per voi il giudizio divino si tramuterà in omicidio e quello tra i più gravi, omicidio di indifesi innocenti.
        Vi finirà come tutti questi babbei che volevano inoculare col siero di morte gli uomini.

      5. @ Gino

        Forse intendevi il giudizio di vino, che qui siete parecchio brilli vedo.
        Uscite dalla caverna che è ora!

      6. No, l’aborto è il più efferrato delitto contro natura e contro Dio che si possa commettere nei confronti di un innocente, e chi lo fa è un Caino del suo prossimo destinato all’inferno, genitore o medico che sia.
        Se “il tuo corpo è tuo” (visto che non hai ancora capito che è stato creato come “Tempio di Dio”, per la sua gloria e la tua felicità) e nel tuo arbitrio senza ragione vuoi farne una sentina di vizio, salvo lo scandalo per cui devi per forza allontanarti dagli altri per non corromperli, puoi certamente buttarti da solo/a nelle perversioni permesse da questo mondo perso. Una perversione votata a maggioranza democratica, come l’aborto legale, non trasformerà automaticamente un atto intrinsecamente cattivo in uno buono, perchè quel bambino nella prima fase del suo sviluppo è un innocente che ha diritto all’amore dei suoi genitori ed è maledetto chi lo tocca per fargli del male. Non ci vuole certo una mente sopraffina per comprendere che dal momento che generi un altra persona mediante un atto procreatore, fosse anche un embrione di un decimo di millimetro, come lo sei stato tu e come lo siamo stati tutti noi in quella fase del nostro sviluppo, quella vita è Unica, Sacra a Dio e NON E’ PROPRIETA’ DI NESSUNO.
        Tu, ad esempio, sei vivo e puoi scrivere sciocchezze perchè tua madre ti ha nutrito, protetto e difeso da questi “nemici” proprio da quand’eri quell’embrione lì, non un “Anonimo del 27 agosto”, altrimenti non ci saresti mai stato. E quando vai a casa, se puoi accettare un consiglio, abbraccia forte la tua mamma e ringraziala anche da parte mia, perchè salvo la tua educazione morale e spirituale che doveva essere senz’altro migliore – come, del resto, quella dataci dalla stragrande maggioranza dei nostri genitori, cristiani solo di nome – con il suo amore ha arricchito il mondo e (speriamo) il Cielo di un uomo.
        Troppa religiosità che non ti riguarda? Hum, fai una prova. Chiudi gli occhi, toccati il polso e ascolta il tuo respiro. Prova ad immaginare l’immensa intelligenza che governa i processi fisici, chimici e metabolici che stanno alla base della tua sussistenza. Con calma…
        Vedi ora se sei capace di aggiungere o di togliere un solo battito del tuo cuore alla tua vita o di variare un qualche processo neurovegetativo col tuo solo volere. No, non puoi, perchè non sei padrone di fare nero o bianco un solo capello del tuo capo. Non solo. Neanche potresti capire l’intelligenza che fonda questi processi, se chi li ha stabiliti immutabili per sempre non ti aiutasse poco alla volta a comprendere come li ha fatti la sua Onniscienza.
        Non è abbastanza forte questa evidenza antropologica per farti capire che siamo solo polvere e di nostro non possiamo fare nulla di buono, tantomeno ottenere la felicità in questa e nell’altra vita? Meno ancora della polvere siamo. Perchè, dopo il peccato, siamo discendenti di una prostituta che ha fornicato con Satana per rinnegare Dio, e quell’inclinazione ce la portiamo dietro come una maledizione in ogni luogo e in ogni tempo. Non c’è che la grazia di Cristo che allenti la morsa di questo mostro sanguinario e ci ridoni la “somiglianza con Dio” perduta col peccato, altrimenti l’umanità atea e apostata sarà capace di fare presto altri due miliardi e mezzo di bambini innocenti uccisi dai loro stessi genitori, in 50 anni di aborto legale.
        E questo lo chiamate “diritto”? Il delitto più efferato del mondo, che neanche Sodoma e Gomorra hanno conosciuto nei loro eccessi? Ma molto presto arriverà la resa dei conti, perchè quegli Innocenti gridano sempre davanti al trono dell’Altissimo: “Signore Onnipotente, quando ci farai giustizia dei nostri carnefici? Non l’inferno ti chiediamo per i nostri genitori e fratelli peccatori, ma un santo ravvedimento e una giusta espiazione per i loro delitti senza numero.” E voglia il vero e unico Padrone del mondo concedere questo ravvedimento e questa possibilità di riparazione a chi ha commesso o cooperato consapevolmente all’aborto, altrimenti una e una sola sarà la sua fine.

  2. Ahahahah. Sta parlando di una malata di protagonismo che si veste come mia nonna ed inoltre ho saputo che in passato esibiva le borse Celine palesemente false e si improvvisa icona fashion soltanto perché le bimbeminchia cerebrolese la hanno eletta tale, e per loro la moda è Zara, vabbé… Di cosa stiamo parlando? Che quasi quasi sono meglio Elettra Lambo e Anna Pepe. Lol. Ma magari la avessi io la sua cabina armadio poi, almeno la riempirei di roba decente e non di pura merda… Io l’armadio ce l’ho minuscolo, non ci sta niente ed è pure rotto perché i mobili come la casa sono vecchi… A chi troppo e a chi niente insomma… E di certo non fa beneficenza a me, né lei né i più ricchi del mondo che se ne fregano… Comunque, che casa chiassosa di matti… Sento rumori e chiasso ovunque ad ogni ora… Aiuto. Ho un mal di testa assurdo… Comunque ha ragione l’esperto, ben detto. L’ha distrutta e annichilita. Tutti i covidioti si sentono legittimati a parlare di ogni cosa, per le quali oltretutto non hanno nemmeno le competenze adatte… Mentre quelli che chiamano NoVaXe11 si informano da esperti veri e non dai covidioti profumatamente PAGATI per dare una visione a senso unico e distorta… Ma poi costei è pure una raccomandata che finge di essere una Barbie, suvvia. Troppa importanza le stanno dando. Non è acculturata… Ha lo spessore di un foglio di giornale… Però ha avuto culo… E viveva pure a Miami beach che è il mio sogno da sempre ed ha venduto pure la villa. Che idiota… Forse si parla di lei perché ha un po’ di risonanza mediatica e tanti bot comprati… Cosa aspettarsi poi da una così? Di certo non un trattato sulla fisica quantistica… Non sa nemmeno vestirsi adeguatamente e risulta volgare. Non è in grado di abbinare i colori, non ha studiato la storia della moda né niente… Sembra sempre che si tuffi dentro l’armadio con la colla e ne riesca fuori con roba attaccata a caso… Se vi va date una occhiata alla pagina Instagram: ‘Boycott influencer’, utilizza sempre parole ficcanti… Per non parlare dell’uovo di Pasqua a nome suo che era una cagata colossale e dozzinale. Un bambino come poteva divertirsi con un magnete mi chiedo? Cosa ne sa della moda che non è unicamente il lusso fine a se stesso? Per non parlare della sua linea di abiti scopiazzata dalle grandi marche che non è nemmeno niente di che… Fantasia portami via insomma… Ed oltretutto è pure costosissima… Non è in grado di creare nulla di bello. Dov’è la competenza e l’amore? Non sa nemmeno disegnare i figurini, né cucire, né nulla… Inoltre ha vissuto all’estero ma non è ancora in grado di parlare decentemente in inglese… Risulta davvero ridicola… Ma si sa, oramai vanno avanti soltanto i raccomandati. Non vi è più meritocrazia ma bensì soltanto raccomandazione e incompetenza… Mentre io che ho studiato moda sul serio sono disoccupata e me la prendo in quel posto… Eh vabbè, poi da una che esibisce i suoi bei bimbi alla stregua dei gioielli cosa pretende? Questa cosa mi preoccupa. Come cresceranno i figli con tutta questa esposizione mediatica? Nel bimbo più grande vedo già un po’ di insofferenza… Poi Chiara non è una cima, né tantomeno una ragazza particolarmente fantasiosa dato che avrà rubato l’idea a una ragazza americana che su Instagram sfoggiava dei bimbi praticamente uguali ai suoi ma che almeno dalla sua parte aveva la simpatia… Altro che i Ferragnez… Mentre a me Chiara sembra così acida… Ringraziasse la genetica piuttosto che l’ha graziata dato che i figli sono usciti spiccicati a lei e alla sorella Valentina. Bah. (A proposito di Valentina, si fece iniettare la terza dose ed ebbe un tumore alla pelle che le venne prontamente asportato. Possibili effetti collaterali dovuti ai vaccini sperimentali covid-19 venivano e continuano ad essere sempre ignorati od insabbiati)… Perché Fedez non è che sia proprio una bellezza, eh. Sembra un ibrido tra un cavallo e una iguana, oppure uno strano esemplare di gekko tatuato. Forse però è più intelligente di lei, non che ci voglia poi tanto alla fine, eh, anzi. Ieri notte ho ascoltato una sua canzone non proprio recentissima e l’ho trovata cringe, volgare e piuttosto grezza. Ringraziasse le bimbeminchia cerebrolese arrapate che lo hanno tenuto in vita ‘musicalmente’ parlando… Ora invece è morente e funziona un po’ soltanto con i feat, vedasi quelli con il cannarolo J Ax con il cervello bruciacchiato che ci tiene a precisare che odia i novax che manco conosce e quello con Orietta… Però trovo sacrosanto, doveroso e lecito ricordare ai qui presenti che entrambi i coniugi unitasi nel $acro vincolo del matrimonio, leggasi: busin€ss, (per come era farfallone Federico Lucia pensavo che non si sarebbe mai sposato, e invece alla fine è capitolato, ma magari giocava soltanto a fare il ‘duro’), fecero propaganda vaccinale covid-19 sperimentale. E dopo le tre dosi di terapia genica sperimentale lei stette male con una influenza particolarmente forte e aggressiva, mentre a lui invece scoprirono un tumore e venne prontamente operato… Magari si trattò soltanto di una casualità, d’altronde lui fumava pure ed era predisposto alla sclerosi multipla però chissà… Tutto può essere. Sarebbe interessante conoscerne il gruppo sanguigno… Non mi precludo nessuna ipotesi, al contrario dei covidioti ipocodriaci, lobotomizzati e diversamente intelligenti che invece negano ogni cosa per mera ipocondria… Però Federico ha capito che i soldi non sono tutto nella vita, d’altronde la salute non ha prezzo. Mi ricorda una donna sulla 50ina che lavorava qui in paese e si vantava di guadagnare tanti soldi, bèh, fumava come una ciminiera, le venne un tumore e perdette un occhio… Ora guadagna ancora ma vuole starsene tranquilla in una casetta in campagna… Le priorità della vita in alcuni casi possono cambiare totalmente (…)

    1. Non ha il dono della semplicità. Ma se Arizona ha davvero studiato moda… dovrebbe sapere che cosa è l’eleganza.

  3. il maligno c’è….cara dafne. Ora sei vuoi chiamare perbenismi essere contro l’aborto
    non hai chiaro DOVE SEI E COSA STANNO FACENDO. Ma lo avevo già scritto.
    Siamo all’inferno. L’inganno più grande del maligno è farti credere che non esiste.
    Ma non capirai..non capirete. Il metaverso è un obiettivo chiaro, sai perchè?

    1. Il maligno voi ce l’avete nel cervello, è la vostra ossessione preferita ma io non vengo dietro ai vostri deliri e tantomeno alle vostre ipocrisie.
      Anzi già che ci siete consiglio a tutti voi cattolici intransigenti di farvi uno stato a parte tipo Città del Vaticano e state tra di voi, vi fate le vostre leggi e smettete di rompere le balle al resto d’Italia. Staremmo meglio tutti, garantito.
      Ma finché vivrete in un paese laico vi adeguate, altrimenti vi fate i vostri ospedali religiosi pro feto dove io e milioni di altri italiani saremo ben felici di non entrare MAI.

      1. cattolici? sei indietro danfe sei indietro….SIAMO ALL’INFERNO QUI VIGE LA RELIGIONE DEL SERPENTE.
        vorrei trasferirti tanto sapere ma so che è inutile. Si tu sei come quelli che vaccinano.

  4. “… quelli che fanno il suo mestiere”… Un mestiere antico. Il piu’ antico, a quanto pare…

  5. L’aborto indiscriminato (ovvero non motivato da rischi per la madre, malformazioni del feto o stupro) non puo’ essere trattato con leggerezza o come un “diritto” sine qua non, perche’ coinvolge il diritto di una terza PERSONA, la piu’ debole, la piu’ innocente e la piu’ sofferente, che e’ il bambino. Anche allo stadio fetale ha manine, piedini, si succhia il pollice e prova indicibile dolore quando viene spezzettato e massacrato per poter essere tirato fuori. Facile, dire “diritto” per quelle donne che, tanto, durante questo massacro, dormono inconsce grazie all’anestesia e non vedono il minuscolo corpicino fatto a pezzi in una bacinella di sangue. A loro, questo viene risparmiato, invece dovrebbe essere mostrato e forse qualcosa si smuoverebbe nel loro cuore. Io ho visto coi miei occhi (girando un documentario su questo tema) e non dimentichero’ mai.

  6. Questa volta sto con la Ferragni! Ha ragione, sulla legge dell’aborto in Italia è in atto un vero e proprio boicottaggio ad opera dei c.d. obiettori di coscenza, tutti medici servi dei preti maledetti che vorrebbero tornare agli aborti clandestini pagati in nero a peso d’oro! Lo dico da uomo, anche se la questione riguarda le donne, ma è una vergogna che questi maledetti preti dicono di volere salvare la vita dell’embrione, proprio loro che quando erano al potere bruciavano vive le persone!

    1. Aborto sì, aborto no: argomento tanto delicato quanto interessante che inevitabilmente divide le coscienze umane. Ben venga la pluralità di pensiero.

    2. E per persone intendi al 99% donne, che ai preti/pretini/ pretoni sono sempre piaciute poco( ora lo sappiamo tutti ormai, ma bisogna sempre negare/nascondere). Valerio sei un grande. Lo ripeto: la destra, con questi deliri moralisti specialmente alle donne, ormai totalmente fuori tempo massimo, continua a regalare voti alla sinistra. Salvini infatti, che è un grandissimo furbone, l’ha capito da un pezzo, infatti non si esprime praticamente mai nè su aborto nè su eutanasia.

  7. @ Dafne – Non sono ne’ “benpensante”, ne’ religioso, ne’ vado in chiesa, ho solo imparato col tempo e l’esperienza cosa siano l’empatia e l’istinto umano. Prima la pensavo com te, ma dopo aver girato un documentario sul tema della maternita’ e dell’aborto, dopo aver VISTO con i miei occhi, la mia opinione e’ assai cambiata. Sono passati anni da quando ho visto quel che ho visto, ma ancora non riesco a dimenticarmene e ogni volta il ricordo suscita la stessa pieta’, lo stesso sconvolgimento, lo stesso orrore. Le mie motivazioni sono prima di tutto umane e solo dopo etiche. Le tue sono soltanto egoistiche, io io io io io, non vedo alcuna ragione razionale. Non e’ nessuno di noi che deve decidere se e’ giusto che milioni di bambini vengano in “questo mondo” oppure no, soprattutto nel metodo, che non puo’ essere ottenuto col sangue degli innocenti. Blateri di moralismo senza avere alcuna cognizione di cosa sia veramente, solo per salvarti la coscienza, con le tipiche frasi fatte, vecchie e stantie, da radicali degli anni 70. Perche’ non accettare la prevenzione tramite contraccettivo, invece dell’aborto? Dammi una ragione valida, altrimenti non hai riflettuto abbastanza sulla questione e sei solo il perfetto prodotto del mondo antiumano e distopico che i vari Schwab e Gates sognano di modellare col loro grande reset. Saluti. Dino

  8. Quello che nasce dal vostro corpo potete ucciderlo, anche la mano del medico appartiene al suo corpo quindi è lui a decidere se usarla per uccidere o no un bambino, perché volete perseguitarlo? spruzzatevi il DDT nella vagina da sole.

  9. Io penso che se un medico, per motivi di umanita’ e coscienza, non vuole praticare aborti, dev’essere libero di esentarsene. Ne esistono tanti che lo fanno senza problemi, come ce ne sono stati tanti che hanno inoculato senza problemi sostanze tossiche chiamate “vaccino”, per giunta ancora ufficialmente sperimentali e non approvate in via definitiva (o approvate da strutture corrotte come oms, aifa, ecc., per giunta). Essere liberi di fare scelte in ambito civile e’ costituzionale e democratico.

  10. @Dino. Il suo commento è così superficiale che fa tenerezza. Le donne sono proprio svampite che non si ricordano mai di avvisare i loro violentatori (inclusi i familiari) di mettere 2 preservativi, caso mai uno si rompesse! Caro Dino, tra una partita dell’Inter e l’altra, vada a fare il volontario in qualche consultorio, vedrà di persona che spesso, dietro agli aborti, ci sono tanti drammi personali di cui le donne ( e i futuri bambini) non potrebbero mai, nè dovrebbero, farsene carico. Ma lei invece può: lasci il suo indirizzo ai consultori, in modo che possano portare a lei da crescere, a casa sua, tutti i bambini che vuole, in modo che non finiscano in quei bellissimi posti chiamati orfanotrofi e/o, se non vengono adottati subito, tra le camerette di qualche pervertito, che l’aborto è brutto. O crede che non succeda più?

    1. Infatti ho scritto nel mio primo commento che l’aborto dovrebbe essere limitato principalmente a tre casi: rischio per la madre, malformazioni del feto e STUPRO. Non faccia il saputone a casaccio, senza conoscere l’interlocutore, io non sono mai andato a vedere una partita di calcio in vita mia, e faccio lavori che mi portano a contatto con molte e svariate realta’ umane, non solo in Italia, ma nel mondo. Parlo proprio perche’ negli ambulatori ci ho girato un film e di drammi ne ho visti tanti, incluso il dramma dei feti massacrati (che, ci scommetto, lei non ha mai visto dal vero). Io non ho mai detto che bisogna sfornare bibi a gogo’, anzi, non credo che sia una buona cosa, ma ripeto: non e’ con l’aborto che si limitano e regolano le nascite! Nessuno ha risposto alla mia domanda: ma usare un preservativo o uno dei tanti contraccettivi esistenti e’ forse cosi’ difficile? Piu’ difficile che fare poi un aborto, ovvero un grosso trauma operatorio per la donna, se non altro, almeno fisico? Cosa avete contro la prevenzione?

    2. Scusi, eh, ma il commento superficiale mi sembra il suo. Forse che le donne che vanno a fare un aborto sono tutte quante vittime di stupro? Sono una minoranza.

      1. E forse che le donne sono tutte oche che prendono l’aborto come fosse un anticoncezionale? Allora farebbero un aborto al mese, cioè miliardi di aborti, solo in Italia! Maddai, ma finitela di fare i giudici di cose che neanche vi riguardano, quanta presunzione ed arroganza nei pre-giudizi degli uomini, proprio vi rode eh! I motivi per cui le donne abortiscono sono tanti: per uno stupro ( a volte domestico, che non viene denunciato per paura), perchè non hanno accesso agli anticoncezionali, che devono pagarsi le donne ( già, non sono gratis, neppure le visite ginecologiche lo sono), perchè i mariti/padroni non vogliono che prendano la pillola, perchè alcune donne non possono prendere ormoni , perchè un preservativo si rompe, perchè il PADRE NON VUOLE il figlio ( eh eh, visto che le cattivone non sono sempre le donne? Lo sappiamo tutti, vero?), ecc… ma nessuna donna va ad abortire con la superficialità che invece è evidente nei giudizi degli uomini qui ( o magari anche di qualche donna settantenne). Maddai, finitela di tentare sempre di far passare le donne per stupide, inadeguate, incapaci, che ormai sto’ gioco ha stufato! Si vede proprio che parlate di cose che non conoscete e che non vi riguardano, ma lo stesso vi sentite in dovere di dire alle altre quello che loro devono fare. Quanta arroganza nel vs sentirvi bravi, o magari è solo rabbia perchè vi è stato tolto un po’ di potere di controllo. Beh, finisco con una cattiva notizia, per voi: l’aborto c’è, è legge. Non vi resta che rodervi.

  11. ANONIMO DELLE 20:24 : INFORMATI, LA TRAPPOLA E’ PER ARRIVARE ALL’ABORTION AFTER BIRTH. GIA’ DISCUSSO NEGLI USA E PARTITO 10 ANNI FA DA MENTI MALATE DALL’UNIVERSITA’ DI MILANO E DI MELBOURNE. AGGIORNATEVI AGGIORNATEVI AGGIORNATEVI
    BEONI

    1. Questi sono rimasti agli slogan degli anni 70, figurati se si informano o se sanno che in Usa ci sono gia’ stati casi di eutanasia di infanti “leglmente” entro la prima ora dalla nascita, eufemisticamente chiamata aborto post-natale, per non doverla definire omicidio e non urtare la sensibilita’ degli ipocriti. Altro che diritti e civilta’! Nazismo puro, da fare invidia al dottor Mengele. Ed e’ stato proprio questo che ha finito per portare all’abolizione in molti stati Usa della sentenza del 1973 detta Roe versus Wade, ovvero della legislazione che permetteva l’aborto senza restrizioni. Oggi la vera questione e’ l’espansione della cultura della morte, della svalutazione della vita in generale, che si puo’ sopprimere in qualsiasi momento. Adesso, per volonta’ della madre, domani per volonta’ dello stato. Anzi, dovrei dire “oggi”, visto quel che hanno fatto con i vaccini. E mi chiedo quante donne del “corpo e’ mio e me lo gestisco io” sono corse coerentemente a farsi inoculare…

      1. felice che almeno qualcuno si è seriamente aggiornato e ha le idee chiare. Hai detto bene, è la cultura della morte che stanno sponsorizzando. E IL MOTIVO C’E’ basta essere attenti.
        Ti abbraccio anche se non ti conosco. Le menti giuste sono rare.

      2. @Dino e Kl Mi consolo allora, rispetto al tuo Mengele i miei slogan anni 70 sono 30 anni avanti. Gnè gnè! ” Non giudicate e non sarete giudicati” , Gesù. Slogan di 2.000 anni fa… troppo indietro per voi fenomeni così avanti?

      3. @ Anonimo

        Fenomeni da circo, sì.
        Devono essere tutti lettori di Blondet e Sacchetti, i due fanatici cattolici che delirano di ritorno alla monarchia, al cristianesimo e altre amenità da neuro.
        Per fortuna sono solo sparuti esemplari da social, nella vita reale li si può trovare tutti al bar con l’ultimo modello di SUV parcheggiato in doppia fila, perché non bisogna abortire, ma ammazzare la gente coi gas di scarico del SUV si può e si deve, sono già nati da un pezzo perbacco, mica pretendevano di passare la fase neonato troppo a lungo? Questo pianeta è un posto fantastico per riprodursi, specie in questi tempi!
        Da compatire e mollare.

  12. @ Anonimo delle 20:24 = C’e’ tanto livore nelle tue parole, non so sei un uomo o una donna, ma mi dispiace per te che sembri non essere sereno/a. io sono una donna e ti dico che, in tutte le situazioni ci possono essere soluzioni responsabili. Ti ricordo che, bene o male, esiste ancora la sanita’ nazionale e che non solo gli aborti sono gratuiti. Inoltre, una spirale, che te la metti e te ne dimentichi per 5 anni, costa sui 70 euro e va benissimo per la donna che non puo’ prendere pillole ormonali come la sottoscritta, o per la donna col marito violento, basta non dirglielo (meglio ancora, denunciarlo e divorziare). Il padre non vuole il figlio? Quindi la donna deve sottomettersi alla sua volonta’ e correre ad abortire? E quella sarebbe una donna adeguata, per usare il tuo vocabolario, con un senso del proprio valore? Non ti rendi conto che quel che non e’ adeguato e’ questo vedere la donna come uno straccio e come una vittima, questo sistema di rapporti con gli uomini e il mondo, questo continuo piangersi addosso, questo giustificarsi dando la colpa agli altri che, in definitiva, conferma la propria debolezza e inadeguatezza? Non esistono anche donne forti, che sappiano far rispettare se stesse e le proprie scelte?
    Nathaly

    1. Non noto alcun livore nelle parole di Anonimo, solo insofferenza, che è quella di moltissime donne.
      I maschi devono cominciare ad occuparsi di diventare uomini, perché in giro di uomini da definirsi tali non se ne vedono da un pezzo all’orizzonte, la prova del 9 è il numero di omicidi di donne perpetrati da mariti, compagni o ex talmente infantili e ridicoli da non essere in grado di gestire la fine di una storia e soprattutto l’indipendenza delle donne. Ci vorrebbero scuole di educazione sessuale-sentimentale per soli maschi ed esami per diventare appunto uomini, perché le donne sono finalmente riuscite, almeno in Occidente, a riprendersi la libertà di esistere come vogliono e senza dover rispondere a nessuno di chi sono e cosa fanno, e non ce la faremo togliere a nessun costo da omuncoli che non hanno ancora superato la fase del Neanderthal.
      Ma poi stiamo qui a parlare di aborto, provate tutti a leggere i commenti sui social o sui blog sotto foto di ragazze che non si depilano le ascelle e le gambe o che vogliono pesare 120 chili ed essere felici alla faccia degli standard imposti da questa società di ipocriti superficiali.
      Commenti aberranti a dir poco.

      Le donne NON esistono per compiacere e servire il maschio, quella è solo una favoletta creata dal patriarcato per bloccare l’energia femminile, quella che regge l’intero universo.
      Beh, è finita, e prima se ne fanno una ragione e meglio è. L’utero è ben altro che un mero contenitore di feti, spero tanto che sempre più donne capiscano questo.

      1. Fatti trombare, Abortisci, fai una vita al limite poi fatto un colpo di eutanasia, fai quello che vuoi ma fallo con le tue mani.

      2. @Gino

        Quel “fatti trombare” penso confermi quanto scritto da me sopra.
        Noi donne comandiamo su tutto: scegliamo noi chi, come, quando, fino a quando, e dal numero dei divorzi e delle separazioni in Italia direi che abbiamo una soglia della sopportazione degli omuncoli assai bassa per fortuna.
        Si arriverà anche a quota matrimoni e riproduzione vicina allo zero con esemplari come voi.

      3. @Dafne: “voi donne comandate su tutto” è una stronzata abissale. Comandate su quelli che basta ficcarlo da qualche parte e vi rincorrono come cagnolini.
        Io sono sempre stato per la parità ma leggendo certi commenti femminari degni della Bonino mi viene parecchia voglia di essere stronzo.

    2. Conferma che le abortiste siete ipocrite, ho usato apposta farsi trombare, perché non hai nulla da ridire se dicono: farsi sradicare il bimbo dal grembo?
      Fatevi le pugnette.

  13. @ kl – Ricambio. Penso, tuttavia, che le persone che abbiano un rapporto di rispetto e di responsabilita’ verso la vita, anche nel suo senso piu’ esteso, siano molto piu’ numerose di quel che sembra. Non e’ solo una questione di cultura, ma anche di attitudine e di empatia, soprattutto verso i piu’ indifesi.

  14. @GINO e Dino io penso che se dovreste fare pace con là grammatica o poteste posare il fiasco. Adesso si spiega tutto.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.