Generale Inzerilli: “Io sto con Putin. È il presidente ucraino il vero problema di questa guerra”

Condividi su:

“Credo che nessuno possa avere dubbi sul mio sentimento anti russo, però questa volta sono piuttosto perplesso e più putiniano che non zelenskyano. Sono più dalla parte di Putin che non da quella di Zelensky”. Esordisce così il Generale Paolo Inzerilli, Capo di Stato Maggiore del Sismi e per 12 anni comandante della Gladio. “Tutto quello che sta succedendo adesso è sempre dovuto al fatto che la Russia, non più Unione Sovietica, ha paura, si sente circondata da Paesi ostili. E il presidente dell’Ucraina, Zelensky, a mio parere fa una dimostrazione di forza quando in effetti tutto quello che la Russia ha chiesto è la dichiarazione ufficiale di non ingresso dell’Ucraina nella Nato e la demilitarizzazione del Paese. Ecco, non mi sembrano richieste assurde, ma Zelensky non ne vuole sapere”. Lo ha scritto oggi il Tempo.

“Valutando la situazione attuale mi sento più russo che ucraino, perché penso sempre che il compito di un presidente di un Paese è prima di tutto quello di salvare la pelle dei cittadini e non di compiere gesti di forza per una libertà che in pratica esiste e che invece secondo Zelensky non esiste. Per quel che mi riguarda oggi il problema di questa guerra si chiama Zelensky. Putin vuole solo fare in modo di non avere i Paesi Nato al confine. Se l’Ucraina entrasse nella Nato significherebbe avere i missili a 180 chilometri da Mosca, e onestamente voglio vedere chi ha qualcosa da protestare. Non dico a cannonate, ma coi missili di oggi 180 chilometri sono una distanza ridicola. La Nato dovrebbe concedere al presidente russo Vladimir Putin la demilitarizzazione dell’Ucraina insieme a una dichiarazione ufficiale di non ingresso nella Nato”.

Condividi su:

4 thoughts on “Generale Inzerilli: “Io sto con Putin. È il presidente ucraino il vero problema di questa guerra”

    1. Poveri esseri… vorrei mettervi al posto di quelle persone che scappano dalla guerra, bombardate da gente senza anima…

  1. solidarietà piena con i cittadini inermi ….ma ci sono troppe cose che non conosciamo e che vengono abilmente strumentalizzate per creare una massa critica univoca. Tutte le guerre hanno le loro ragioni nascoste……e a noi spettatori ci chiedono di tifare per l’uno o per l’altro a seconda del regista di turno facendo leva o su motivi pacifisti ( eliminazione di pseudo dittatori salvo poi creare aree destabilizzate politicamente ed in mano a bande armate ancora peggiori dei primi) oppure su motivi umanitari. Il Donbass è li da anni e nessuno ha mai mosso un dito per spegnere la miccia esplosiva.

  2. “New revelations about Hunter will hit President Joe Biden’s already plummeting popularity” … che cosa nasconde la famiglia di Biden?

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.