Foggia, noto infermiere muore a 53 anni per un malore improvviso

Condividi su:

FOGGIA — Sanità in lutto: è salito improvvisamente in cielo l’infermiere Nicola Pio De Meo stroncato da un infarto a 53 anni. Nicola Pio De Meo non c’è più, se n’è andato per un malore improvviso e in punta di piedi dopo aver servito la Daunia sanitaria per tantissimi anni. Era un infermiere molto noto nel campo dell’emergenza-urgenza e lavorava presso la Centrale Operativa del Servizio 118 a Foggia. Lo scrive l’Immediato.

Ora è partito per un viaggio senza ritorno. A 53 anni non ce l’ha fatta a reagire al male improvviso che lo ha colpito, lui che di pazienti ne ha salvati tantissimi.

Condividi su:

6 thoughts on “Foggia, noto infermiere muore a 53 anni per un malore improvviso

  1. Un altro posto per gli infermieri stranieri non vaccinati e quindi senza greenpass. Andiamo avanti così che sembrano tutti contenti di questa situazione

  2. Non si sa mai nulla, né se fosse un fumatore né niente… Conosco bene la loro proverbiale incoerenza… Si sa che i covidioti amino riempirsi la bocca di cazzate che possano in qualche modo giustificare la loro stupidità… E bevono più di Spongebob e fumano più di un camino acceso… Boh. Ne conoscevo uno che beveva alcolici come un pazzo, si è rovinato il fegato, aspettava un trapianto e augurava la morte ai cosiddetti novax e poi è morto lui, che dire… Calma che in alcuni casi ci pensa il karma… Questo poi salvava gli altri ma nessuno ha salvato lui però… Un’altra morte senza giustizia né tantomeno le dovute spiegazioni, che tristezza… I covidioti diranno che queste morti ci sono sempre state per pararsi le chiappe cagate e coprire la loro ignavia… Ma anni fa erano molte fu meno… Che tristezza… Che esseri mollicci, privi di qualsivoglia spina dorsale e morale. Che pena che mi fanno… Rip. Ps: come regalo di compleanno auspico un mondo senza covidioti, ormai sono peggio dell’olio di palma, sono ovunque… Non sarebbe meraviglioso non doversi più sorbire il loro odio e le loro cazzate? Secondo me sì…

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.