Esponente FdI accerchiata e linciata da 30 spacciatori africani a Torino

Condividi!

Verangela Marino, esponente torinese di Fratelli d’Italia, è sotto choc. Ha subito un linciaggio, nel suo quartiere, Barriera di Milano, a Torino. La furia del branco si è scatenata attorno alle 15 di ieri e l’ha travolta mentre era in auto assieme al marito, Valter, che ha fatto di tutto per liberarla dalla stretta di chi voleva farle del male. Un branco di trenta immigrati africani.

Mentre erano ancora nella loro auto, i due sono stati circondati da un folto gruppo di migranti che hanno tentato di trascinare Verangela fuori dall’abitacolo e poi le si sono accaniti contro con inaudita ferocia. “È stata riconosciuta e accerchiata da una trentina di immigrati africani, presumibilmente spacciatori, che l’hanno aggredita con pugni e calci, provocando lividi al volto e graffi profondi ed escoriazioni alle spalle e alle braccia”, spiegano da Fratelli d’Italia in una nota. Lo riporta VoxNews.

Intervenuto per cercare di allontanare i violenti, anche Valter è stato malmenato. La donna sarebbe stata riconosciuta da un gruppo di pusher e “punita” per le tante battaglie intraprese contro lo spaccio. Questa è la versione dei colleghi di partito che hanno bollato l’episodio come “gravissimo” e “inaccettabile”, auspicando una condanna decisa da parte di tutte le forze politiche.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.