Dugin ai soldati russi: “Mia figlia uccisa dai terroristi di Kiev. Vincete per lei”

Condividi su:

La morte di Darya Dugina è stata causata da “un atto di terrorismo del regime nazista ucraino”. Lo ha dichiarato Alexander Dugin, ideologo ritenuto vicino al presidente russo Vladimir Putin, commentando in una nota il brutale omicidio della figlia avvenuto sabato sera davanti a lui. Darya Dugina è morta nell’esplosione della sua auto. L’Fsb, il servizio di sicurezza federale, per l’omicidio ha accusato l’ucraina Natalya Vovk, di 43 anni, che sarebbe in seguito fuggita in Estonia.

Darya “era una bellissima donna ortodossa, una patriota, una reporter di guerra, un’esperta per la tv centrale e una filosofa”, ha affermato Dugin ricordando la figlia. Ora, ha aggiunto riferendosi al conflitto in Ucraina, “abbiamo bisogno solo della vittoria. Mia figlia ha sacrificato la sua vita di giovane donna sul suo altare. Quindi per favore raggiungetela!”. Lo ha scritto l’Adnkronos.

Condividi su:

3 thoughts on “Dugin ai soldati russi: “Mia figlia uccisa dai terroristi di Kiev. Vincete per lei”

  1. Spero che la trovino, questa vigliacca, dovunque si vada a nascondere. Lei e i suoi mandanti che, come ha osservato il prof. Sinagra, stanno a Washington, passando Londra e Kiev.

  2. Questa volta la devono prendere questa bastarda , e tenerla a vita in galera !
    Invece i mandanti vanno giustiziati come cani rognosi .
    naturalmente a fuoco lento , devono sentire il gusto !

  3. I russi vinceranno perché così è previsto. La tizia ucraina è solo una pedina, prendere lei okay ma non è lei il target vero in questa guerra.
    Devono cadere le élite che sovvenzionano i governi occidentali e i loro servizi; una volta fatti fuori tutti loro questo pianeta sarà finalmente libero, a patto che i popoli vogliano seriamente essere liberi.
    Per fortuna il mondo non è già più dominio americano, adesso deve crollare l’UE e gran parte del lavoro sarà stato fatto, al resto si pensa a tempo debito.
    Il vero spettacolo sta per iniziare.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.