Dottoressa: “Mi sono vaccinata ma mi è venuta la pericardite. Ho avuto paura di morire”

Condividi su:

Il dramma post inoculazione vissuto dalla dottoressa Ivana Mazzarella. Sabato 19 giugno, proprio sul finire della scorsa primavera, Ivana si reca presso l’Ospedale situato sulla Nettunense, ad Ariccia, per effettuare la prima dose del vaccino contro il Covid-19. Nell’occasione le viene inoculato il Pfizer e nei giorni a seguire tutto procede abbastanza bene, sino a che, a distanza di una quindicina di giorni, non inizia ad accusare quella che chiama una “esagerata pesantezza agli arti inferiori”. Lo riporta C. N.

In occasione della seconda dose, le cose vanno però diversamente e nei trenta minuti successivi all’inoculazione Ivana si sente male. All’interno dell’Ospedale viene assistita da una sua amica medico, che l’accoglie in reparto e la monitora con il supporto telefonico di suo padre. Momenti per lei drammatici, che ripercorre con commozione: “E’ stata la prima volta nella mia vita che avevo dolori così forti, parestesie ai piedi, un forte senso di pressione toracica e il cuore che sembrava volesse scoppiare, avevo davvero paura di morire”.

La diagnosi è stata quella di pericardite per reazione da vaccino, caratterizzata da versamento del pericardio anteriore ed ispessimento importante del pericardio posteriore. Spero che la mia testimonianza serva all’AIFA per studiare il mio caso e rendere il vaccino più sicuro, sensibilizzando le persone a comunicare e a segnalare le reazioni avverse“, sottolinea. “Il senso di questa mia testimonianza – conclude Ivana –  è allora quello di sensibilizzare l’attenzione nei confronti di coloro che si trovano ad affrontare reazioni da vaccino, affinché gli venga fornito un aiuto concreto e tangibile, perché non tutti hanno la forza, la cultura e i mezzi economici per affrontare tali situazioni”.

Condividi su:

5 thoughts on “Dottoressa: “Mi sono vaccinata ma mi è venuta la pericardite. Ho avuto paura di morire”

  1. Ci vuole cultura per accettare di essersi iniettati un farmaco dannoso, sperimentale e visti i dati abbastanza inutile? Cultura? Per credere che lo si è fatto per gli altri quando i dati dimostrano che non è vero? Cultura perché bisogna fidarsi della “scienza” anche se il metodo scientifico non si sa dove sia finito? E’ scienza prorogare la data di scadenza come si riprezzano i pomodori al supermercato? MA si 3 mesi in più e via? Dire che il vaccino deve stare a -80° e poi vaccinare in piena estate all’aperto. Aifa ed Ema sotto indagine con conflitti di interesse paurosi sono i garanti della vostra scienza?

  2. GLI UFFICIALI MEDICI DI VOLO DELL’ESERCITO AMERICANO AVVERTONO CHE I PILOTI POTREBBERO MORIRE IN VOLO A CAUSA DEGLI EFFETTI COLLATERALI DEL VACCINO.

    “Lt. Col. Theresa Long, the surgeon responsible for certifying the fitness of 4,000 flight-ready airmen at the 1st Aviation Brigade in Ft. Rucker, Alabama, said that she is concerned that the vaccines can cause inflamed heart muscles in young men in the age range of most flight-ready pilots, and that the Department of Defense has not followed its own protocols by requiring an MRI scan of each airman after vaccination”.

    https://www.washingtontimes.com/news/2021/sep/28/senior-army-flight-surgeon-warns-pilots-could-die-/

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.