Dott.ssa Gandini: “Non ha senso vaccinare i bambini, non capisco tutta questa urgenza”

Condividi su:

Sul vaccino anti-Covid per la fascia 5-11 anni “non c’è nessuna contrarietà, anzi va approvato proprio per coprire i bambini fragili più a rischio, chi ha patologie o immunodepressi. Rimango perplessa su una vaccinazione di massa dei bambini”. Lo afferma all’Adnkronos Salute Sara Gandini, direttrice del Dipartimento di epidemiologia e biostatistica dell’Istituto europeo di oncologia (Ieo) Milano.

“Molti studi inclusa una nostra meta-analisi inviata ‘a revision’ mostrano che i giovani contagiano significativamente meno degli adulti, inoltre gli anziani non dovrebbero essere già vaccinati?”, risponde Gandini. “Dobbiamo dare la possibilità alle famiglie di scegliere, non sono per vietare né per l’obbligo, ma si può pensare di dare la possibilità di far immunizzare i bambini che vivono in famiglie con genitori o nonni fragili”. “Il problema è che questo vaccino è molto efficace rispetto alla malattia, ma un po’ meno rispetto ai contagi asintomatici. Ecco che sinceramente non capisco l’urgenza di una vaccinazione di massa degli under 12”.


Condividi su:

7 thoughts on “Dott.ssa Gandini: “Non ha senso vaccinare i bambini, non capisco tutta questa urgenza”

  1. Oh ma sveglia!!! L’unica urgenza è quella di guadgnare montagne di soldi. Tutta questa storia non ha niente di sanitario e scientifico. E’ ora che la gente inizi a svegliarsi!

    1. @Nero NON SOLO SERVE CHE SI SVEGLINO PER QUELLO CHE GIUSTAMENTE SOTTOLINEI TU.

      Ma anche perché si tratta di un vero e proprio CRIMINE CONTRO IL GENERE UMANO.

      1. —-> Min (8:32) “Once again – as happened in Nazi Germany – public health officials, institutions and the medical establishment are collaborating. They are using the psychological weapon of fear, and sustained propaganda to maintain a state of public panic. A virus is being used as an excuse to demolish foundational, ethical, legal and humanitarian values of a civilized society”.

        Ancora una volta – come successo nella Germania nazista – stanno collaborando tra di loro funzionari della sanità pubblica, istituzioni e l’establishment medico. Stanno usando l’arma psicologica della paura e una propaganda sostenuta, per mantenere uno stato di panico pubblico. Un virus viene usato come scusa per demolire i valori fondanti, etici, legali e umanitari di una società civile.

        https://tube.doctors4covidethics.org/videos/watch/ae4cb475-982b-4c77-bbfc-1d7e092c9228?start=0s

      2. —-> Min (9:06) “It is a profound betrayal of trust for me to witness how the Government of Israel is leading the way to catastrophe. The government consigned the entire Israeli population (including children) to serve as human guinea-pigs in a mass uncontrolled vaccination experiment. They were consigned without informed consent, to be subjected to an experimental minimally-tested genetic technology that has never before been used in humans”.

        “È un profondo tradimento della fiducia per me essere testimone di come il governo israeliano stia aprendo la strada alla catastrofe. Il governo ha consegnato l’intera popolazione israeliana (compresi i bambini) a fungere da cavie umane – in un esperimento di vaccinazione di massa incontrollato. Sono stati consegnati senza consenso informato, per essere sottoposti a una tecnologia genetica sperimentale minimamente testata che non è mai stata utilizzata prima sull’uomo”.

        https://tube.doctors4covidethics.org/videos/watch/ae4cb475-982b-4c77-bbfc-1d7e092c9228?start=0s

      3. —-> Min (9:47) “Citizens who refuse to accept the experimental injections are being increasingly demonized as “insubordinate” spreaders of the virus. Discriminatory policies are essentially creating a two-tier society: one privileged, the other underprivileged”.

        “I cittadini che si rifiutano di accettare le iniezioni sperimentali vengono sempre più demonizzati come diffusori “insubordinati” del virus. Le politiche discriminatorie stanno essenzialmente creando una società a due livelli: uno privilegiato, l’altro svantaggiato”.

        https://tube.doctors4covidethics.org/videos/watch/ae4cb475-982b-4c77-bbfc-1d7e092c9228?start=0s

  2. Come si fa a parlare di appurata efficacia del vaccino quando ancora sono in corso gli studi clinici, ammesso che lo stiano facendo realmente ma c’e’ da dubitarne, per la conferma dell’efficacia e sicurezza? Ah ma non si puo’ parlare male del vaccino, nemmeno dopo tutti i decessi che ci sono stati e che ci saranno ancora.

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.