Djokovic: “Vaccino obbligatorio? Io non lo faccio in ogni caso”

Condividi su:

NEW YORK – Gli US Open? Tutto è pronto. Il torneo di qualificazione si è concluso. Gli impianti di Flushing Meadows sono stati tirati a lucido. I campioni sono arrivati. Più che delle partite che verranno, in questa calda vigilia di Slam si sta in ogni caso parlando di vaccini. Chi lo ha fatto, chi ci sta pensando, chi non ne vuol sapere nulla. La domanda che ha aperto il dibattito più feroce è stata quella relativa all’obbligatorietà dell’iniezione. Fatto sul quale ha espresso il proprio parere contrario pure Novak Djokovic. Il numero uno al mondo si è schierato contro ogni vincolo, chiedendo che venga rispettata la scelta dei singoli. Lo riporta una testata nazionale svizzera.

«Il vaccino… da quando sono piccolo non ne ho mai fatto uno – ha sottolineato il serbo – È una decisione personale e spero che rimanga tale nei prossimi mesi. È un privilegio vivere con addosso la pressione, ma questo riguarda il gioco. Sono invece contrario a quella portata da questi discorsi sulla vaccinazione».

Condividi su:

3 thoughts on “Djokovic: “Vaccino obbligatorio? Io non lo faccio in ogni caso”

  1. Grande Novak ( che ricorda novax) 🙂 … Queste parole sono da incorniciare:

    È un privilegio vivere con addosso la pressione, ma questo riguarda il gioco. Sono invece contrario a quella portata da questi discorsi sulla vaccinazione

  2. Un grandissimo campione ed atleta (forse il più forte tennista della storia), liquida in poche parole ogni discussione su quei farmaci. Ciascuno DEVE essere libero di gestire la propria salute come crede, soprattutto se si tratta di iniettarsi farmaci con 1000 possibili effetti dannosi. Una testimonianza importantissima, che indurrà MILIONI di giovani e persone in tutto il mondo ad opporsi a questa ripugnante propaganda di farmaci.

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.