Disobbedienza civile di massa: 50mila ristoratori contro restrizioni Governo Conte

Condividi!

Disobbedienza civile di massa. Da venerdì 15 (compreso), 50mila ristoratori apriranno in tutta Italia a pranzo e cena indipendentemente dalle decisioni del governo Conte. La pazienza è davvero finita questa volta”. A riportarlo questa mattina Radio Savana sul suo profilo Twitter.

La reazione degli utenti: “Speriamo! Questa buffonata deve finire. Non si può morire di fame per la paura del virus”. “Grandissimi! L’unione fa la forza, l’unica maniera per sconfiggere e annientare questi dementi che vogliono ammazzarci”. “Dopo quasi un anno di imposizioni finalmente si cominciano a ribellare”. “Aprite tutte le attività. Usciamo a tutte le ore. Non facciamoci ricattare dalle multe: sono illegali. Ci sono fior di avvocati a disposizione per contestarle”. “Bene così”.

Condividi!

2 thoughts on “Disobbedienza civile di massa: 50mila ristoratori contro restrizioni Governo Conte

  1. Bravi! Ma dovete anche denunciarli penalmente in quanto far chiudere significa impedire di lavorare e questo è illegale a partire dal primo articolo della Costituzione! Forza, ribelliamoci!

    1. Sono degli incoscienti ma purtroppo siamo un popolo italiano e non credete a quello che sta succedendo io ho avuto 2casi 2 persone che hanno rischiato di morire a 40 anni con un buon augurio che non vi succeda x cambireste idea

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: