De Manzoni contro Bassetti: “Italiani non sono bambini deficienti, basta show demenziali”

Condividi su:

Show dei virologi, Massimo De Manzoni, condirettore del quotidiano La Verità: “Italiani trattati come bambini deficienti“. Bassetti: “Con voi non parlo più”. Video dalla trasmissione Agorà in onda stamane su Rai 3, condotto dalla grillina Luisella Costamagna.

Condividi su:

8 thoughts on “De Manzoni contro Bassetti: “Italiani non sono bambini deficienti, basta show demenziali”

  1. Basterebbe presentare a questi ciarlatani, i loro interessi sui sieri e quanto vengono pagati.
    Sempre che i covidioti capiscano.

  2. Quello che dice Mori è sacrosanto, però dovrebbe rivolgersi prima di tutto ai MAGISTRATI, prima ancora che agli avvocati. A parte qualche rara sentenza, possibile che non capiscano che i provvedimenti di questo governo sono indegni di uno Stato di diritto? Possibile che non capiscano che Draghi ha di fatto introdotto la pena di morte per coloro che non accettano di iniettarsi quei farmaci?

  3. @Albert: non credo si tratti di capire. Per completare gli studi giuridici, vincere il concorso in Magistratura e diventare Magistrati, occorrono anni di studi e sacrifici, oltre che una mente funzionante. Quindi per capire, sicuramente capiscono. Magari molti non se la sentono di mettere a repentaglio tutta la loro carriera. Purtroppo credo che il problema sia quello. La magistratura non è indipendente dalla politica come dovrebbe essere. Ci sono cose da sistemare. Ad esempio la Corte Costituzionale non dovrebbe essere per 2/3 di nomina politica. Il CSM non dovrebbe essere presieduto da Mattarella. Il Consiglio di Stato il cui Presidente è nominato da Mattarella su proposta del Presidente del consiglio dei ministri.
    La divisione dei poteri non è più tale. Adesso è solo più evidente, purtroppo.

  4. @Nero “A repentaglio tutta la loro carriera”? E perché? Se un magistrato del penale, un Pm, riceve una denuncia contro Tizio o Caio, DEVE per legge iniziare l’azione penale, chiunque sia il denunciato (e tra l’altro Draghi non ha nemmeno l’immunità parlamentare, non essendo eletto) Quindi, se Draghi fa una legge estorsiva, che toglie il lavoro a medici, forze dell’ordine, docenti, che non accettano di essere ricattati e subire un trattamento sanitario pericoloso e – oggi è sempre più chiaro – inefficace (i vaccinati possono infettare anche loro), allora quel magistrato DEVE agire, deve incriminarlo per estorsione, o concussione, o almeno violenza privata. Fammi capire, se il denunciato è Berlusconi o Salvini allora i Pm non mettono a repentaglio la carriera, vero? Invece se il denunciato è Draghi – che ha dalla sua il favore di politici e media – il magistrato non agisce? E se domani Draghi stupra in pubblico un bambino che fa il magistrato? Fa finta di non avere visto? Ma allora cambi mestiere! A parte il fatto che qualche magistrato non ha fatto così. Il dr. Giorgianni ha denunciato Draghi e Speranza alla Corte penale dell’Aja (poi lo hanno punito perché aveva partecipato alla manifestazione a Roma), il giudice del lavoro di Velletri ha reintegrato quella sanitaria che rifiutava il vaccino, dicendo giustamente che una sanzione NON può violare la dignità umana, e nel caso dei sanitari E’ SUFFICIENTE IL TAMPONE, per tutelare i pazienti. La Cassazione ha restituito la torteria alla signora di Chivasso. Quindi non giriamoci attorno, i magistrati possono e debbono agire, non hanno più scuse.

    1. @Albert: in linea di principio sono d’accordo con te, manco da dire, è ovvio. Il giudice del lavoro di Velletri ha reintegrato la sanitaria, è vero, e la sentenza è stata anche confermata in secondo grado, ma purtroppo andando oltre potrebbe essere ribaltata. Il problema sono i piani alti della magistratura. Il CSM, la Corte Costituzionale, il Consiglio di Stato. Ci sono sicuramente magistrati che fanno il loro dovere come quelli che hai citato tu (altri come Gratteri che sono stati una grande delusione),il mio punto è che la magistratura deve essere messa al riparo da qualsiasi influenza governativa e parlamentare.

Rispondi a Albert 2021 Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.