De Magistris ammette: “Siamo cavie, non sappiamo cosa ci iniettano nel braccio”

Condividi!

Il sindaco uscente di Napoli Luigi De Magistris dubita dei vaccini anti-Covid durante un talk show in tv, su La7: “Premesso che siamo cavie, non sapremo se non tra qualche anno cosa ci siamo messi nel braccio, questo è evidente perché la sperimentazione è stata fatta per poco tempo” le sue parole riportate da Fanpage. Lo riporta Libero Quotidiano.

“In questo momento ogni persona di buon senso, anche chi ricopre cariche istituzionali, non si può inventare – come fa Vincenzo De Luca – scienziato, virologo, esperto del farmaco o ricercatore: noi dobbiamo affidarci ai medici, agli scienziati, al Cts, all’Istituto Superiore di Sanità“, ha spiegato De Magistris, facendo riferimento alle recenti decisioni del presidente della Campania, che in un primo momento per esempio si era detto contrario al mix di vaccini e poi si è adeguato alle linee nazionali.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.