Cuneo, infermiera di 40 anni muore di infarto dopo il vaccino

Condividi!

Infermiera muore per infarto dopo il vaccino. La 40enne aveva ricevuto la seconda dose. Da accertare le cause del decesso. Il Coronavirus continua a far paura. In Italia il numero dei contagiati giornaliero è sempre più alto e preoccupa la situazione dei ricoveri in ospedale. Per questo tutte le speranze sono rivolte ai vaccini. Avrà pensato la stessa cosa, probabilmente, un’infermiera di 40 anni di Bra, che essendo sempre a contatto con i pazienti infetti, ha ricevuto prima di altri, non una ma ben due dosi di vaccino anti-Covid. Ma neanche il tempo di gioire per l’immunità raggiunta, che un infarto improvviso le è stato fatale. È quanto riporta stamane Affari Italiani.

La 40enne di Bra (Cuneo), – si legge su secondopianonews – è morta a pochi giorni dalla seconda puntura. La donna, madre di una bambina, lavorava nella residenza per anziani “Montepulciano” di Bra. Non è chiaro se il malore è stato provocato dal farmaco. Nessuna indagine pare infatti sia stata avviata per accertare le effettive cause del decesso. L’Italia è il Paese dove si registrano più reazioni avverse al vaccino, sono 28 mila su 78 mila totali in Europa.

Condividi!

One thought on “Cuneo, infermiera di 40 anni muore di infarto dopo il vaccino

  1. Guardando la foto, la vittima è anche una bella signora, giovanile, con tutte le cose a posto,deceduta dopo la seconda dose del vaccino, prima anche se uno si sparava un colpo in testa con una pistola, la notizia che davano era per “Covid19”, ora come viene menzionato dall’articolo, la sventurata è morta per infarto, in questa mafia dell’informazione, le morti in concomitanza dopo la seconda dose del vaccino, sono causate da infarti, prima una pallottola di piombo nel cranio non era la causa della morte, ora la causa delle morti dopo il vaccino è il sistema cardiocircolatorio, strano molto strano, e il Popolo bue assorbe,beve di tutto, non reagisce, amorfo come se fosse in uno stato catalettico mentale, in attesa di questo Sanremo che non interessa a nessuno. Ma che te lo propongono, come l’essenza della vita. Poi finito il vomito sanremese, che interessava ad un’Italia ormai scomparsa da decenni, ci sarà un qualcosa che allieterà le menti atrofizzate dell’Italiano medio, in attesa di un nuovo DCPM, e tutti mesti silenziosi, perché lo vuole l’Europa, lo vuole Draghi, la Merkel ha telefonato a Renzi, Papa Bergoglio ci ha ordinato di vaccinare e morire di infarto. Viva, viva, viva l?Italia e gli italiani non una ma per ben tre volte.

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: